Privacy Policy Train in Pink: La mia esperienza - Suhrya

Train in Pink: La mia esperienza

Posted on
train in pink

Train In Pink: la sponsorizzata che mi usciva ogni volta che pensavo di ricominciare ad allenarmi a casa.
Se mi seguite da un po’ sapete che ho fatto un abbonamento annuale in palestra  ma forse saprete anche che da qualche tempo mi sono trasferita. Nell’attesa di fare un altro abbonamento in palestra ho pensato di prendere un programma da fare a casa, scegliendo tra tutti quelli che ci sono online.
Carlotta Gagna mi è sempre sembrata una persona molto dolce e l’ho seguita sporadicamente sui social sempre con una buona impressione.
Ho fatto il test sul suo sito per scegliere il programma da seguire, approfittando di uno sconto sull’acquisto di Sweat in Pink per il trimestre.
Sconti che ci sono molto spesso, se siete interessate vi consiglio di seguire la sua pagina instagram o di iscrivervi alla sua newsletter.

Train In Pink: com’è strutturato e come mi sono trovata

 

Dopo aver effettuato iscrizione e pagamento accedete all’area riservata del sito, dove troverete i video con gli allenamenti per ogni settimana.
4/5 allenamenti a settimana da una ventina di minuti ciascuno (riscaldamento e stretching alla fine esclusi).

Quindi, come mi sono trovata?

Vi confesso di non essere riuscita ad essere costante. Ho fatto discretamente un mese e mezzo ma poi ho mollato.
Facciamo un passo indietro.

Gli allenamenti sono strutturati bene, mai ripetitivi o noiosi. Li potete fare anche con oggetti che avete in casa e la durata di ognuno vi porta anche a riuscire ad eseguire bene tutti gli esercizi fino alla fine.
I circuiti sono anche ben bilanciati: alcuni vi faranno pentire di aver iniziato ad allenarvi ma sono tendenzialmente seguiti da qualcosa di meno devastante. Sono veramente ben pensati, il giorno dopo sentite davvero bruciare i muscoli che avete allenato.

Su instagram tantissime persone che mi seguono mi hanno detto di averlo apprezzato particolarmente, alcune ragazze con risultati notevoli.
Io non posso dirvi di aver visto stravolgimenti perché come vi ho ammesso a metà ho mollato.

Non perché non mi piacesse o non lo trovassi valido ma perché non riesco a trovare la motivazione per allenarmi a casa. Riesco a fare yoga ma un workout più impegnativo… no, mi distraggo.
So che la durata breve mi avrebbe dovuto incoraggiare ma era diventata una scusa per continuare a dire “ma sì dai dura poco ho tempo più tardi” per poi annegare nella marea di cose da fare e che, diciamocelo, mi andava di fare più di allenarmi.

Mi reiscriverò in palestra a brevissimo perché, pur non amando particolarmente andarci, lì riesco ad essere costante.
Se voi però siete brave ad allenarvi a casa vi consiglio questo programma, anche per il costo piuttosto ridotto che ha.
Un brava a Carlotta e al suo team che hanno creato un prodotto fatto bene, curato nei dettagli. Peccato non possano vendere anche la voglia di alzarsi dal divano!

 

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail rimane anonimo