BioQ è un marchio biologico con diverse certificazioni...ma penso non più in vendita. Ho fatto qualche ricerca prima di scrivere questo post ma senza ahimè trovare nulla di utile in tempi recenti.
Ho trovato però questo shampoo in offerta a un euro da Oviesse, insieme a tutta una serie di prodotti di questo marchio.
A questo punto immagino quindi che i punti vendita stiano "smaltendo" le rimanenze di magazzino a un prezzo molto asso.
Penso quindi possa comunque essere un post utile, se doveste trovarlo in giro. So che trovare un marchio sconosciuto può non incoraggiare a provare, il prezzo molto molto basso può portare a pensare ad un prodotto un po' scadente. Ecco, non è questo il caso, questo marchio era anche piuttosto noto a un certo punto.
Questa luuunga premessa per parlare dello shampoo miele e aloe Bioq, per capelli fini e danneggiati.
Ora, i miei capelli non sono nessuna delle due cose, anzi.
Devo dire che presto non troppa attenzione a questo tipo di indicazioni sulle confezioni, alterno shampoo più delicati a più nutrienti a seconda del periodo e della frequenza con cui li lavo.
Ha una consistenza molto fluida e un profumo super gradevole, che effettivamente ricorda quello del miele.
Non ne serve molto per lavare bene e anzi bisogna stare attenti a non utilizzarne troppo o rischiate di seccare la cute. Niente di irreparabile, sia chiaro, basta utilizzare un buon balsamo in combo.
Di contro devo dire che lascia i capelli molto puliti ma non per più giorni del solito, semplicemente con una bellissima sensazione sulla cute.
Potrebbe essere un buona soluzione per una cute grassa, io ce l'ho normale quindi forse non ho beneficiato a pieno delle sue caratteristiche.
Tutto sommato un buono shampoo che vi consiglierei.
Conoscevate questo marchio? Sapete che fine ha fatto?


Review: Shampoo BioQ Miele e Aloe


BioQ è un marchio biologico con diverse certificazioni...ma penso non più in vendita. Ho fatto qualche ricerca prima di scrivere questo post ma senza ahimè trovare nulla di utile in tempi recenti.
Ho trovato però questo shampoo in offerta a un euro da Oviesse, insieme a tutta una serie di prodotti di questo marchio.
A questo punto immagino quindi che i punti vendita stiano "smaltendo" le rimanenze di magazzino a un prezzo molto asso.
Penso quindi possa comunque essere un post utile, se doveste trovarlo in giro. So che trovare un marchio sconosciuto può non incoraggiare a provare, il prezzo molto molto basso può portare a pensare ad un prodotto un po' scadente. Ecco, non è questo il caso, questo marchio era anche piuttosto noto a un certo punto.
Questa luuunga premessa per parlare dello shampoo miele e aloe Bioq, per capelli fini e danneggiati.
Ora, i miei capelli non sono nessuna delle due cose, anzi.
Devo dire che presto non troppa attenzione a questo tipo di indicazioni sulle confezioni, alterno shampoo più delicati a più nutrienti a seconda del periodo e della frequenza con cui li lavo.
Ha una consistenza molto fluida e un profumo super gradevole, che effettivamente ricorda quello del miele.
Non ne serve molto per lavare bene e anzi bisogna stare attenti a non utilizzarne troppo o rischiate di seccare la cute. Niente di irreparabile, sia chiaro, basta utilizzare un buon balsamo in combo.
Di contro devo dire che lascia i capelli molto puliti ma non per più giorni del solito, semplicemente con una bellissima sensazione sulla cute.
Potrebbe essere un buona soluzione per una cute grassa, io ce l'ho normale quindi forse non ho beneficiato a pieno delle sue caratteristiche.
Tutto sommato un buono shampoo che vi consiglierei.
Conoscevate questo marchio? Sapete che fine ha fatto?



E quindi amici, siamo tornati alla zona gialla. C'è stato un tempo di merda però e quindi il mood non è totalmente da vestitini, non ancora perlomeno.
Mi rendo conto di misurare il mio umore anche un po' da quello che scelgo di farmi mandare da Femme Luxe Finery.
La categoria Loungewear è sempre tra le mie preferite  e questa volta ho scelto un colore che non pensavo avrei mai apprezzato per una tuta: crema.
Alexia ha una felpa stupenda e i soliti pantaloni comodissimi, sicuramente entrerà nei miei più usati tra pochissimo.


I body sono ormai una mia nuova passione e ho usato tanto quelli che mi sono stati inviati finora.
Zoey ha la particolarità di questo sidecut bello impegnativo e per questo motivo credo che non lo sfrutterò tantissimo ma mai dire mai.


Non mi servivano gli ennesimi joggers ma questi azzurrini forse sì. Sono felice di averli scelti, tutti quelli che mi sono stati mandati dal marchio li uso veramente tanto e sono super soffici.
Ora che il tempo sembra finalmente dirigersi verso temperature migliori devo dire che spero di ordinare solo vestitini e cose leggere ma insomma, mai dire mai!



Femme Blogger Haul: Zona gialla con tempo da rossa


E quindi amici, siamo tornati alla zona gialla. C'è stato un tempo di merda però e quindi il mood non è totalmente da vestitini, non ancora perlomeno.
Mi rendo conto di misurare il mio umore anche un po' da quello che scelgo di farmi mandare da Femme Luxe Finery.
La categoria Loungewear è sempre tra le mie preferite  e questa volta ho scelto un colore che non pensavo avrei mai apprezzato per una tuta: crema.
Alexia ha una felpa stupenda e i soliti pantaloni comodissimi, sicuramente entrerà nei miei più usati tra pochissimo.


I body sono ormai una mia nuova passione e ho usato tanto quelli che mi sono stati inviati finora.
Zoey ha la particolarità di questo sidecut bello impegnativo e per questo motivo credo che non lo sfrutterò tantissimo ma mai dire mai.


Non mi servivano gli ennesimi joggers ma questi azzurrini forse sì. Sono felice di averli scelti, tutti quelli che mi sono stati mandati dal marchio li uso veramente tanto e sono super soffici.
Ora che il tempo sembra finalmente dirigersi verso temperature migliori devo dire che spero di ordinare solo vestitini e cose leggere ma insomma, mai dire mai!




Non vado quasi mai da Eataly, nonostante vada a Milano spesso. Qualche settimana fa però ci ho fatto un giro e un mini haul di cosine dolci.
Le ho provate tutte e quindi in questo piccolo post di haul vi dico anche cosa ne penso di questi tre acquisti.
Per fortuna scrivo ora che ho appena finito di pranzare o la voglia di mangiare qualcosa di dolce sarebbe troppo forte per sconfiggerla.
Premessa: da Eataly ci sono sia marche che conoscevo già -mica solo io eh, molto conosciute in generale- e che trovo anche in altri posti, marche di cui ho sentito parlare ma che non avevo mai visto in negozio e marche che invece per me sono totalmente ignote.
In ogni caso mediamente mi piace la selezione dei brand presenti anche se spesso sono decisamente overpriced rispetto ad altri posti. Immagino di non dirvi nulla di nuovo ma ecco, per mettere le mani avanti.


Il waferone al pistacchio di Babbi è probabilmente una delle cose più buone che io abbia provato in vita mia.
Non troppo dolce ma pistacchio favoloso, veramente eccellente.
Per fortuna la confezione era piccola o non sarei assolutamente riuscita a gestirmi.
Sul loro store c'è veramente di tutto, prevedo un ordine nel prossimo futuro.
Sempre a tema pistacchio ho preso le sfoglie di croccante al pistacchio di Sicilia. Wow, ragazzi. Non troppo dolce nemmeno questo, croccantino al punto giusto. Stupendo.
Finalmente ho trovato il cioccolato Domori!
L'ho visto inviato a diversi influencer che seguo e di cui mi fido e mi incuriosiva veramente tantissimo.
Ho provato il trinitario 70% Sur Del Lago ed è veramente favoloso.
Penso che sia decisamente uno dei cioccolati migliori che io abbia mai mangiato in vita mia. Lo riprenderei assolutamente!
Avete provato una di queste tre delizie? 


(Mini) Haul: Eataly


Non vado quasi mai da Eataly, nonostante vada a Milano spesso. Qualche settimana fa però ci ho fatto un giro e un mini haul di cosine dolci.
Le ho provate tutte e quindi in questo piccolo post di haul vi dico anche cosa ne penso di questi tre acquisti.
Per fortuna scrivo ora che ho appena finito di pranzare o la voglia di mangiare qualcosa di dolce sarebbe troppo forte per sconfiggerla.
Premessa: da Eataly ci sono sia marche che conoscevo già -mica solo io eh, molto conosciute in generale- e che trovo anche in altri posti, marche di cui ho sentito parlare ma che non avevo mai visto in negozio e marche che invece per me sono totalmente ignote.
In ogni caso mediamente mi piace la selezione dei brand presenti anche se spesso sono decisamente overpriced rispetto ad altri posti. Immagino di non dirvi nulla di nuovo ma ecco, per mettere le mani avanti.


Il waferone al pistacchio di Babbi è probabilmente una delle cose più buone che io abbia provato in vita mia.
Non troppo dolce ma pistacchio favoloso, veramente eccellente.
Per fortuna la confezione era piccola o non sarei assolutamente riuscita a gestirmi.
Sul loro store c'è veramente di tutto, prevedo un ordine nel prossimo futuro.
Sempre a tema pistacchio ho preso le sfoglie di croccante al pistacchio di Sicilia. Wow, ragazzi. Non troppo dolce nemmeno questo, croccantino al punto giusto. Stupendo.
Finalmente ho trovato il cioccolato Domori!
L'ho visto inviato a diversi influencer che seguo e di cui mi fido e mi incuriosiva veramente tantissimo.
Ho provato il trinitario 70% Sur Del Lago ed è veramente favoloso.
Penso che sia decisamente uno dei cioccolati migliori che io abbia mai mangiato in vita mia. Lo riprenderei assolutamente!
Avete provato una di queste tre delizie? 



Oggi parliamo di un libro che mi è piaciuto tantissimo, Brick Lane di Monica Ali.
Preso al Libraccio perché era nella pila dei libri al 50%, senza pensarci troppo ma semplicemente attirata dal nome. No, non ho nemmeno letto la trama dietro.
Questo romanzo racconta la vita di Nazneen, trasferita post matrimonio in Inghilterra a diciotto anni dal Bangladesh, e della sorella Hasina rimasta in Bangladesh.
Sono sicuramente rimasta subito affascinata dal tema perché mi fa pensare alla storia dei miei nonni dall'india all'inghilterra prima e, con la storia delle figlie di Nazneen che crescono a Brick Lane, a mio padre cresciuto a Londra.
Non è facile l'integrazione ora nel 2021, non era facile a fine anni '90 inizio anni 2000 come nel libro, non era sicuramente facile negli anni '60.
Io so che ora considerate Londra un melting pot di integrazione di tutte le etnie ma 1. non è esattamente così ovunque 2. non è sempre stato così.
Questo libro è estremamente vero, commuovente, infinitamente triste per alcuni aspetti, molto divertente per altri.
È scritto bene, in modo da essere estremamente coinvolgente. Sì, secondo me anche se non avete idea di cosa significhi vivere determinate dinamiche.
Mi è piaciuto molto e mi sento di consigliarvelo.
Mi è stato segnalato un film tratto dalla storia di Nazneen ma non lo trovo su nessuna piattaforma con mio grande dispiacere, se dovessi trovarlo ve ne parlerò sicuramente per un confronto film-romanzo.

Books: Brick Lane


Oggi parliamo di un libro che mi è piaciuto tantissimo, Brick Lane di Monica Ali.
Preso al Libraccio perché era nella pila dei libri al 50%, senza pensarci troppo ma semplicemente attirata dal nome. No, non ho nemmeno letto la trama dietro.
Questo romanzo racconta la vita di Nazneen, trasferita post matrimonio in Inghilterra a diciotto anni dal Bangladesh, e della sorella Hasina rimasta in Bangladesh.
Sono sicuramente rimasta subito affascinata dal tema perché mi fa pensare alla storia dei miei nonni dall'india all'inghilterra prima e, con la storia delle figlie di Nazneen che crescono a Brick Lane, a mio padre cresciuto a Londra.
Non è facile l'integrazione ora nel 2021, non era facile a fine anni '90 inizio anni 2000 come nel libro, non era sicuramente facile negli anni '60.
Io so che ora considerate Londra un melting pot di integrazione di tutte le etnie ma 1. non è esattamente così ovunque 2. non è sempre stato così.
Questo libro è estremamente vero, commuovente, infinitamente triste per alcuni aspetti, molto divertente per altri.
È scritto bene, in modo da essere estremamente coinvolgente. Sì, secondo me anche se non avete idea di cosa significhi vivere determinate dinamiche.
Mi è piaciuto molto e mi sento di consigliarvelo.
Mi è stato segnalato un film tratto dalla storia di Nazneen ma non lo trovo su nessuna piattaforma con mio grande dispiacere, se dovessi trovarlo ve ne parlerò sicuramente per un confronto film-romanzo.