So che va molto di moda odiare tantissimo Milano o amarla senza riconoscerne i difetti, ora più che mai.
Io so che ci ho vissuto un paio di anni, tra i migliori della mia giovane età. Amo andarci anche ora che sono meno giovane (SCHERZO) ed è abbastanza vicina a Lugano per concedermi di fuggire velocemente.
Oggi vi scrivo un post sui posti dove vorrei tornare o andare, con una situazione magari un po' più serena di quella che c'è al momento. Niente di particolarmente originale o super unico e sconosciuto, negli anni  ho smesso di cercare il posto nuovo a tutti i costi perché ragazzi sono vecchia e preferisco tornare dove so che mi trovo bene anche se è mainstream.
Non è sull'onda dei post "poi vorrei" un po' nostalgici che si leggevano durante la pandemia, sono io che oltre ad avere problemi evidentemente ben più gravi sono scocciata perché non posso andare nei posti che mi piacciono.

-voglio fare colazione da Pavé perché la loro tortina al limone è il simbolo di una delle mie amicizie più belle e perché singhiozzo sulle loro caption instagram
-voglio tornare a cena da Bites perché è stata una delle esperienze più belle della mia vita
-voglio mangiare tutte le pizze di Berberè
-voglio fare una passeggiata in Brera con il mio cane che abbaia agli altri cani
-voglio provare maglioni da &Other Stories per poi concludere che non valgono quei soldi e quindi no niente
-voglio ubriacarmi (=bere un cocktail) da Dhole con la mia amica Gaia
-voglio rivedere le vigne di Leonardo perché mi sono piaciute tantissimo
-voglio andare a mangiare un cirashi buonissimo da Poporoya
-voglio andare a fare la pipì nei bagni della Rinascente che puntualmente sono i più comodi e puliti in centro
-voglio fare brunch da Deus
-voglio provare ad andare da Immorale perché sono una polla del marketing e amo la loro comunicazione
-voglio farmi fare un super massaggio da Jenny Estetica
-voglio andare da Ambroeus a provarmi cappotti vintage
-voglio la cucina catalana di Sabor Catalàn perché l'ha suggerito un'amica di cui mi fido tantissimo
-voglio una brioche al pistacchio di Gelsomina


E tante, tantissime altre cose. 

Posti dove vorrei andare post apocalisse: Milano


So che va molto di moda odiare tantissimo Milano o amarla senza riconoscerne i difetti, ora più che mai.
Io so che ci ho vissuto un paio di anni, tra i migliori della mia giovane età. Amo andarci anche ora che sono meno giovane (SCHERZO) ed è abbastanza vicina a Lugano per concedermi di fuggire velocemente.
Oggi vi scrivo un post sui posti dove vorrei tornare o andare, con una situazione magari un po' più serena di quella che c'è al momento. Niente di particolarmente originale o super unico e sconosciuto, negli anni  ho smesso di cercare il posto nuovo a tutti i costi perché ragazzi sono vecchia e preferisco tornare dove so che mi trovo bene anche se è mainstream.
Non è sull'onda dei post "poi vorrei" un po' nostalgici che si leggevano durante la pandemia, sono io che oltre ad avere problemi evidentemente ben più gravi sono scocciata perché non posso andare nei posti che mi piacciono.

-voglio fare colazione da Pavé perché la loro tortina al limone è il simbolo di una delle mie amicizie più belle e perché singhiozzo sulle loro caption instagram
-voglio tornare a cena da Bites perché è stata una delle esperienze più belle della mia vita
-voglio mangiare tutte le pizze di Berberè
-voglio fare una passeggiata in Brera con il mio cane che abbaia agli altri cani
-voglio provare maglioni da &Other Stories per poi concludere che non valgono quei soldi e quindi no niente
-voglio ubriacarmi (=bere un cocktail) da Dhole con la mia amica Gaia
-voglio rivedere le vigne di Leonardo perché mi sono piaciute tantissimo
-voglio andare a mangiare un cirashi buonissimo da Poporoya
-voglio andare a fare la pipì nei bagni della Rinascente che puntualmente sono i più comodi e puliti in centro
-voglio fare brunch da Deus
-voglio provare ad andare da Immorale perché sono una polla del marketing e amo la loro comunicazione
-voglio farmi fare un super massaggio da Jenny Estetica
-voglio andare da Ambroeus a provarmi cappotti vintage
-voglio la cucina catalana di Sabor Catalàn perché l'ha suggerito un'amica di cui mi fido tantissimo
-voglio una brioche al pistacchio di Gelsomina


E tante, tantissime altre cose. 


  1. scendere le scale. non cadere, proprio scenderle, sono terrorizzata ogni volta
  2. il troppo silenzio di notte
  3. perdere le persone che amo
  4. i gruppi di adolescenti che ti guardano male alla fermata del bus
  5. gli tsunami
  6. non essere abbastanza brava a fare quello che devo fare
  7. le serate con tanta gente nuova a cui presentarsi (però ora c'è la pandemia quindi non succedono)
  8. rimanere sola
  9. sanguinare
  10. non riuscire a far capire quello che provo
  11. rompermi di nuovo un polso
  12. i posti molto affollati (tranne i concerti, per quelli ho così tanta adrenalina che la supero)



12 cose che mi fanno paura


  1. scendere le scale. non cadere, proprio scenderle, sono terrorizzata ogni volta
  2. il troppo silenzio di notte
  3. perdere le persone che amo
  4. i gruppi di adolescenti che ti guardano male alla fermata del bus
  5. gli tsunami
  6. non essere abbastanza brava a fare quello che devo fare
  7. le serate con tanta gente nuova a cui presentarsi (però ora c'è la pandemia quindi non succedono)
  8. rimanere sola
  9. sanguinare
  10. non riuscire a far capire quello che provo
  11. rompermi di nuovo un polso
  12. i posti molto affollati (tranne i concerti, per quelli ho così tanta adrenalina che la supero)




Passo un sacco di tempo in macchina. Per lavoro o per diletto ma tendenzialmente più per lavoro. Da qualche anno la mia alimentazione è cambiata e mangio molto più di prima, se in una situazione di vita normale non faccio colazione o merenda a metà mattina mi lamento tantissimo.
Nella macchina che mi scarrozza in giro ci sono sempre quindi vari snack improbabili che prendo in posti altrettanto improbabili, ho pensato di farci un post quindi.
Le prime in foto sono tra i miei snack preferiti di sempre, quelli di The Protein Ball Co. Sono delle ball -ma va!- iper proteiche a diversi gusti. Limone e pistacchio combo spaziale e saziano moltissimo, peanut butter leggermente troppo pastose. In ogni caso sono entrambe vegane, altro pro se come me siete intolleranti al lattosio. Vorrei provare a rifarle in casa, vi terro aggiornati.


La linea Karma è la linea vegana di Coop svizzera e offre delle proposte fantastiche. Le barrette chia e anacardi non sono il massimo devo dire però, per i miei gusti un po' troppo dolcina ma comunque buona. Il problema per me con le cose troppo dolci è che mi nauseano più che togliermi la fame. Non il massimo, ecco.

Nakd ha sempre dei packaging super carini e già solo per quello vorrei provarle tutte. Questa alle arachidi in realtà sapeva molto più di datteri che di altro. In ogni caso riempie parecchio e mi è piaciuta, mi ha fatto venire voglia di provare anche tutte le altre della linea.
Nota che non ho fatto prima: ho un'alimentazione equilibrata per il resto. Lo so che potrei mangiarmi UN FRUTTO ma sono pigra e queste cose per me sono un'ottima soluzione. Non li mangio ogni giorno però ecco, meglio prevenire che dover poi rispondere a commenti stupidi. Diciamo anche che tutte queste cose hanno tendenzialmente dei buoni ingredienti e sono ben bilanciate.


Ecco, quasi tutte.
Queste chips di Pook al cocco e cioccolato al caramello salato sono tra le cose più buone e sfiziose mai provate in vita mia. Vorrei tanto non averle mai assaggiate perché ora vorrei mangiarle ogni giorno fino a svenire. Ora che ne ho scritto vorrei scendere al negozio del distributore di benzina (grande fonte di questi snack) e le vorrei.


Flapjack vegano, proteico al cocco e cioccolato?
Sì, di Trek.
Probabilmente tra le cose più buone nella categoria snack che io abbia mai provato, quello strato di cioccolato fondente ci sta benissimo.
Ho visto che sul sito ci sono diverse varianti che vorrei provare ma non penso che ci siano tutte in Svizzera.
E questo è tutto per questo episodio di vita vissuta che si sarebbe potuto anche chiamare snack da mangiare in macchina con una mano sola mentre con l'altra fai smartworking.
Si accettano suggerimenti per le prossime cose su questo genere da provare!

Cinque snack che potete mangiare in macchina senza sporcarvi troppo le mani


Passo un sacco di tempo in macchina. Per lavoro o per diletto ma tendenzialmente più per lavoro. Da qualche anno la mia alimentazione è cambiata e mangio molto più di prima, se in una situazione di vita normale non faccio colazione o merenda a metà mattina mi lamento tantissimo.
Nella macchina che mi scarrozza in giro ci sono sempre quindi vari snack improbabili che prendo in posti altrettanto improbabili, ho pensato di farci un post quindi.
Le prime in foto sono tra i miei snack preferiti di sempre, quelli di The Protein Ball Co. Sono delle ball -ma va!- iper proteiche a diversi gusti. Limone e pistacchio combo spaziale e saziano moltissimo, peanut butter leggermente troppo pastose. In ogni caso sono entrambe vegane, altro pro se come me siete intolleranti al lattosio. Vorrei provare a rifarle in casa, vi terro aggiornati.


La linea Karma è la linea vegana di Coop svizzera e offre delle proposte fantastiche. Le barrette chia e anacardi non sono il massimo devo dire però, per i miei gusti un po' troppo dolcina ma comunque buona. Il problema per me con le cose troppo dolci è che mi nauseano più che togliermi la fame. Non il massimo, ecco.

Nakd ha sempre dei packaging super carini e già solo per quello vorrei provarle tutte. Questa alle arachidi in realtà sapeva molto più di datteri che di altro. In ogni caso riempie parecchio e mi è piaciuta, mi ha fatto venire voglia di provare anche tutte le altre della linea.
Nota che non ho fatto prima: ho un'alimentazione equilibrata per il resto. Lo so che potrei mangiarmi UN FRUTTO ma sono pigra e queste cose per me sono un'ottima soluzione. Non li mangio ogni giorno però ecco, meglio prevenire che dover poi rispondere a commenti stupidi. Diciamo anche che tutte queste cose hanno tendenzialmente dei buoni ingredienti e sono ben bilanciate.


Ecco, quasi tutte.
Queste chips di Pook al cocco e cioccolato al caramello salato sono tra le cose più buone e sfiziose mai provate in vita mia. Vorrei tanto non averle mai assaggiate perché ora vorrei mangiarle ogni giorno fino a svenire. Ora che ne ho scritto vorrei scendere al negozio del distributore di benzina (grande fonte di questi snack) e le vorrei.


Flapjack vegano, proteico al cocco e cioccolato?
Sì, di Trek.
Probabilmente tra le cose più buone nella categoria snack che io abbia mai provato, quello strato di cioccolato fondente ci sta benissimo.
Ho visto che sul sito ci sono diverse varianti che vorrei provare ma non penso che ci siano tutte in Svizzera.
E questo è tutto per questo episodio di vita vissuta che si sarebbe potuto anche chiamare snack da mangiare in macchina con una mano sola mentre con l'altra fai smartworking.
Si accettano suggerimenti per le prossime cose su questo genere da provare!

Non so bene per quanto tempo ci si potrà spostare ancora, non so se chiuderanno le frontiere. Sto tornando a casa da un weekend fuori, probabilmente l'ultimo per un bel po'.
È triste perché pensavo che avrei ricominciato a vivere in modo diverso dopo tre anni di lavoro assurdo ma hey, non avevo fatto i conti con la pandemia.
Quindi oggi vi parlo di due post magici in cui sono stata negli scorsi mesi, nella speranza che possiate andarci un giorno.






Il primo è San Bernardino, un paesino minuscolo nel canton Grigioni. Ci sono stata in un giorno particolarmente freddo di inizio autunno, giorno in cui sembrava tutto praticamente abbandonato. Non posso condividere con voi qualche aneddoto incredibile, posso dirvi però che d'inverno è il paradiso se sciate. E se si può sciare. E se non c'è una pandemia.
La vegetazione è rigogliosa e varia, fare una passeggiata lì rimette in pace con il mondo. Non so se ci sarà di nuovo un semi lockdown in Svizzera ma se così sarà so che mi piacerebbe moltissimo andarci a fare delle passeggiate. (Qui a Marzo uscire era permesso, prima che vi agitiate)













s




















Ad Airolo ci sono le MUCCHE. Se anche voi come me a 29 anni urlate MUCCHEEEE ogni volta che le vedete fuori dal finestrino sicuramente sarà una bellissima esperienza andarci. Oltre alle mucche c'è anche il Caseificio del Gottardo. Ora, io i formaggi non li dovrei mangiare. Però un posto del genere per me rimane comunque un paradiso, anche solo guardare i formaggi impacchettati mi rende felice. Sto reinserendo alcuni latticini ultimamente però e gli yogurt alla nocciola e quelli al limone presi qui sono tra le cose più buone mai mangiate da me per colazione, ecco. C'è anche un ristorante interno al caseificio e ci andrei volentieri ad affogare nella fondue.
Come per San Bernardino, Airolo è una bella tappa per una vacanza sulla neve.
Non sono stata in nessuno dei due posti per molto tempo, per me sono state praticamente gite in giornata, tra un appuntamento e l'altro in giro per la confederazione. 
Entrambi i posti però sono stati una buona occasione per staccare e vedere qualcosa di bello, spero di poterci tornare e girare meglio con più calma.
Non pensavo di essere troppo tipa da passeggiata nella natura e credevo di preferire o la full immersion in città o spiaggiarmi su un lettino a prendere il sole però ecco, ho scoperto che mi piace anche questo genere di turismo. Ottima cosa considerando che la Svizzera è piena di posti del genere e che verosimilmente per un po' mi sarà più facile visitare questi rispetto a città lontane.

Quali sono i posti in cui andreste volentieri prossimamente? Aiutatemi ad allungare la mia lista di posti da vedere, nella speranza di poterli girare tutti.

Experiences: San Bernardino + Airolo


Non so bene per quanto tempo ci si potrà spostare ancora, non so se chiuderanno le frontiere. Sto tornando a casa da un weekend fuori, probabilmente l'ultimo per un bel po'.
È triste perché pensavo che avrei ricominciato a vivere in modo diverso dopo tre anni di lavoro assurdo ma hey, non avevo fatto i conti con la pandemia.
Quindi oggi vi parlo di due post magici in cui sono stata negli scorsi mesi, nella speranza che possiate andarci un giorno.






Il primo è San Bernardino, un paesino minuscolo nel canton Grigioni. Ci sono stata in un giorno particolarmente freddo di inizio autunno, giorno in cui sembrava tutto praticamente abbandonato. Non posso condividere con voi qualche aneddoto incredibile, posso dirvi però che d'inverno è il paradiso se sciate. E se si può sciare. E se non c'è una pandemia.
La vegetazione è rigogliosa e varia, fare una passeggiata lì rimette in pace con il mondo. Non so se ci sarà di nuovo un semi lockdown in Svizzera ma se così sarà so che mi piacerebbe moltissimo andarci a fare delle passeggiate. (Qui a Marzo uscire era permesso, prima che vi agitiate)













s




















Ad Airolo ci sono le MUCCHE. Se anche voi come me a 29 anni urlate MUCCHEEEE ogni volta che le vedete fuori dal finestrino sicuramente sarà una bellissima esperienza andarci. Oltre alle mucche c'è anche il Caseificio del Gottardo. Ora, io i formaggi non li dovrei mangiare. Però un posto del genere per me rimane comunque un paradiso, anche solo guardare i formaggi impacchettati mi rende felice. Sto reinserendo alcuni latticini ultimamente però e gli yogurt alla nocciola e quelli al limone presi qui sono tra le cose più buone mai mangiate da me per colazione, ecco. C'è anche un ristorante interno al caseificio e ci andrei volentieri ad affogare nella fondue.
Come per San Bernardino, Airolo è una bella tappa per una vacanza sulla neve.
Non sono stata in nessuno dei due posti per molto tempo, per me sono state praticamente gite in giornata, tra un appuntamento e l'altro in giro per la confederazione. 
Entrambi i posti però sono stati una buona occasione per staccare e vedere qualcosa di bello, spero di poterci tornare e girare meglio con più calma.
Non pensavo di essere troppo tipa da passeggiata nella natura e credevo di preferire o la full immersion in città o spiaggiarmi su un lettino a prendere il sole però ecco, ho scoperto che mi piace anche questo genere di turismo. Ottima cosa considerando che la Svizzera è piena di posti del genere e che verosimilmente per un po' mi sarà più facile visitare questi rispetto a città lontane.

Quali sono i posti in cui andreste volentieri prossimamente? Aiutatemi ad allungare la mia lista di posti da vedere, nella speranza di poterli girare tutti.