Privacy Policy Rientro in Italia: un anno dopo - Suhrya

Rientro in Italia: un anno dopo

Posted on
rientro in italia

Rientro in Italia. È quello che vi ho scritto un anno fa, in questo post.
Non sono sicuramente l’unica ad essere voluta rientrare a casa a seguito della pandemia. A onor del vero volevo andarmene dalla Svizzera già da tempo ma i vari lockdown, l’impossibilità di vedere la mia famiglia e tutto quello che gira intorno a queste cose mi hanno dato la spinta finale.

Non mi sono guardata indietro da quando sono tornata. Ricordo gli ultimi mesi in Svizzera come uno dei periodi più difficili della mia vita.
Ho fatto diversi errori mentre ero lì, molti nei confronti di me stessa, altri nei confronti di persone a cui volevo bene.

Ripenso all’ultimo periodo lì con una morsa sul cuore lì, con il dolore di quello che mi sono fatta senza farmi quasi mai del bene.
Ho fatto delle scelte sbagliate, di cui ho pagato le conseguenze per mesi.

Ok ma dopo il rientro in italia come sta andando?

La parte più complessa è stata tornare a vivere con i miei, dopo diversi anni da sola. Non è stato nemmeno traumatico come potevo temere però, devo essere onesta.
La casa della mia famiglia è grande, la mansarda dove sto è più grande di qualsiasi appartamento a Lugano. Ho lo spazio per le mie cose, per le mie piante.
Sono felice di potermi prendere cura dei miei, che anche se facciamo finta di niente sicuramente non stanno ringiovanendo anche se hanno dei ritmi lavorativi che farebbero impallidire persone con trent’anni meno di loro.
Mi occupo della casa, metto in ordine, faccio lavatrici.

Ho preso tanti lavori nuovi che mi danno grandi soddisfazioni, anche sul piano economico, permettendomi di sistemare tante cose (non ancora tutte ma ci sto lavorando).
Ho ripreso i contatti con tutti gli amici meravigliosi che ho qui, perché in Svizzera ho fatto veramente tanta fatica a trovare persone affini a me tranne veramente pochissime eccezioni e mi sono veramente sentita tanto sola.

Non mi sento più persa, ho trovato la via giusta che mi fa sentire me stessa. Capisco possa sembrare esagerato ma davvero, il sollievo che ho provato un anno fa rientrata qui credo che non me lo dimenticherò mai.

Voglio stare tutta la vita a Bergamo? No, non penso proprio. Voglio continuare a poter essere sufficientemente vicina alla mia famiglia in modo da poter dare loro degli aiuti concreti, nel quotidiano? Sì, penso proprio di sì.

Ho capito che per me la realizzazione deve essere legata al mio benessere mentale, quello della mia famiglia e quello delle persone che amo, non conta veramente molto altro.

6 Comments

  1. Marta says:

    Sono contenta che il tuo rientro sia stato per la maggior parte positivo e che dopo un anno tu abbia piena consapevolezza di quello che ti fa stare bene ❤️. Buon anniversario

    1. Suhrya says:

      Grazie di cuore Marta

  2. Giolovescats says:

    Super felice per come sta andando baby, prenditi cura di te, sempre!

    1. Suhrya says:

      Grazie cuoricino

  3. Paris B says:

    Hi Suhrya, happy to read that things are going well for you, and that living with family isn’t as bad as it seems haha As long as you have a space to call your own, it’s usually OK. Wishing you a happy, healthy year ahead!

    1. Suhrya says:

      Hi! Yes, not too bad after all ahhaha thank you <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail rimane anonimo