Privacy Policy La Sirenetta 2022-La mia opinione non richiesta - Suhrya

La Sirenetta 2022-La mia opinione non richiesta

Posted on
lasirenetta2022

la sirenetta 2022

 

La Sirenetta 2022 o il modo sicuro di litigare con i social, qualsiasi opinione voi abbiate.
Se vivete sotto a un sasso o in fondo al mare (ah ah ah) e non sapete di cosa parlo: piccolo riassunto.

Dopo il cartone originale del 1989 oggi arriva un remake con una meravigliosa Halle Bailey che, nel caso non lo sapeste, non ha la pelle bianca bianca come quella di Ariel nel cartone.

Tremendo, lo so.

È la cosa su cui, qualsiasi opinione abbiate, farete incazzare di brutto qualcuno.

La mia opinione chiaramente vale quanto quella di un sasso per strada però volevo scriverla da qualche parte.

Su twitter non mi andava perché non mi piace litigare, su instagram non avevo voglia di filmare la mia faccia perché in questi giorni mi stava antipatico pure lo specchio, figuratevi che voglia potessi avere di farmi vedere.

Quindi, la sirenetta è NERA. Capisce signora mia, che scandalo?

Io non so se sapete com’era essere bambina a Bergamo a fine anni ‘90 con una pelle un po’ diversa, un nome un po’ diverso.
Sicuramente meglio di altre situazioni immagino ma nemmeno uno sballo.

Perché non è vero che i bambini non vedono il colore, se gli è stato insegnato a vederlo lo vedono eccome.

Non era sicuramente il punto della mia vita avere più principesse che vedevo simili a me (mi facevano fare sempre Jasmin nei giochi, Pocahontas per qualche motivo quasi mai) ma non mi sarebbe dispiaciuto.

Il punto è che l’avrei apprezzato non tanto perché wow, posso essere una principessa! ma perché crescere in un ambiente dove quasi nessuno ti assomiglia e dove per questo ti senti dire cose non molto belle non è il massimo.

So che ora la situazione anche nella culla della lega nord probabilmente non è come quando ero piccola io, la pelle non è più solo bianca.

Era necessario cambiare il colore della pelle di Ariel? Onestamente non lo so.

Nel senso che sì sono bellissimi i tik tok delle bambine felici ma:

  1. ho visto bambine di ogni etnia felicissime per le principesse di qualsiasi colore, è la magia disney
  2. come dire, non sempre penso siano autentiche

Non penso che un cartone (o dieci) possa cambiare come ci si sente ad essere vittima di discriminazione e non posso non vederci una strategia di marketing assimilabile a quella del “metto un logo arcobaleno per il mese del pride ma intanto dono ad associazioni anti lgbtq+”.

Però così come non è la soluzione ad ogni problema non penso nemmeno sia il male del mondo.
La rappresentazione anche all’interno della cultura pop è un tema importantissimo e vorrei davvero tanto che ci si impegnasse ad abbattere gli stereotipi e non mettere la persona con un colore diverso in un programma tv per far dire “vedi? siamo inclusivi!”. Che poi ci sarebbero da includere i disabili, le persone di tante altre etnie che non vediamo mai e così via in un elenco con delle argomentazioni che vanno ben oltre al tema di questo post.

Preferite preservare il ricordo di Ariel dalla pelle di alabastro e chioma fulva? Fatevelo, non dovete guardarlo per forza. Non dovete farlo guardare ai vostri figli.

Chiedetevi però perché vi faccia arrabbiare così tanto, domandatevi perché persone che non sono come voi possano sorridere all’idea di una rappresentazione anche in una cosa banale come un cartone in cui c’è una scema che sacrifica la voce per amore.

Io spesso mi rendo conto che immaginare cosa voglia dire non avere un determinato privilegio sia difficile, vedo persone che reputo intelligenti fare commenti che per me sono razzisti e fuori luogo ma capisco che no, a loro non sembrerebbe mai un commento razzista.

Quindi sì, forse metterei nei panni altrui è più difficile di quello che sembra e non sempre ne si ha voglia però se proprio non vi va io comunque vi sconsiglio di strapparvi le vesti per Ariel.

Il problema per voi è la società che sta andando alla deriva? Sono sicura che rimetterete tutto ben in riga in ogni modo a voi possibile, opponendovi a quest’idea e deridendo con i vostri modi da bulli del cazzo chi invece, tutto sommato, non la vede come un’idea così male.

 

  • Share

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail rimane anonimo