Privacy Policy Pizza integrale, il piacere della pizza più volte al mese - Suhrya

Pizza integrale, il piacere della pizza più volte al mese

Posted on
pizza integrale teglia

Diciamolo, uno dei sacrifici più grandi cui siamo sottoposti è quello di non poter mangiare la pizza ogni giorno. Perché la pizza non è un semplice alimento ma, molto spesso, un vero e proprio stato mentale. Oltre che, ovviamente, far parte di quei comfort food che mettono in pace con se stessi e col mondo. Come sappiamo però non è possibile mangiarla ogni giorno, proprio come (pazzesco) la cacio e pepe. Che vita triste eh amici?

Pizza integrale

Se volessimo approfittare e godere del piacere di un’ottima pizza un paio di volte in più al mese la pizza integrale è non solo un ottimo compromesso ma è anche gustosa come e quanto una pizza con il normale impasto. In questo articolo vi dò la ricetta per l’impasto sufficiente per una teglia (delle dimensioni di una normalissima placca da forno) di pizza integrale.

Importante, come per ogni ricetta che si rispetti, che gli ingredienti siano di prima qualità e che i tempi di lavorazione siano rispettati fino in fondo. Mai come per la pizza infatti, il rispetto dei giusti tempi di lievitazione e di attivazione della stessa sono fondamentali per l’ottima riuscita del piatto.

pizza integrale

Gli ingredienti per la pizza integrale

Per la nostra realizzazione abbiamo usato la farina integrale di Molino Rossetto. Ci abbiamo realizzato, come scritto sopra, una grande e soffice teglia di pizza integrale che abbiamo mangiato in due (ma forse ne avremmo voluto ancora). Ecco quindi gli ingredienti:

  • 500 grammi di farina integrale Molino Rossetto;
  • 300 ml d’acqua (la farina integrale tende ad assorbire quindi se doveste accorgervi che l’impasto è troppo “secco” non esitate ad addizionare altri ml d’acqua a piccole dosi);
  • 15 grammi di sale;
  • 15 grammi di olio;
  • una bustina di lievito secco;
  • un cucchiaio di zucchero o mezzo di miele;

Procedimento

Mettiamo la farina in una ciotola abbastanza capiente ed aggiungiamo l’acqua, il lievito, l’olio e lo zucchero (o il miele, serviranno a scatenare meglio il lievito). Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e l’impasto sarà compatto, aggiungiamo il sale e continuiamo a lavorare fin quando il composto sarà liscio ed omogeneo. Formiamo una palla e lasciamo riposare in un luogo tiepido (tipo il forno spento) per almeno tre ore. Trascorso questo tempo riversiamo l’impasto in una placca ricoperta di carta forno e precedentemente oleata e stentiamolo fino a coprirne l’intera superficie. Lasciamo riposare altre due ore.

A questo punto accendiamo il forno (modalità statica) al massimo della temperatura. Guarniamo l’impasto con della salsa di pomodoro (noi ci abbiamo aggiunto sale, olio, origano) e infornate per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo tirate fuori la pizza dal forno e aggiungete abbondante mozzarella (o un qualsiasi formaggio morbido a pasta filante). Cuocete altri 5/7 minuti ed il gioco è fatto (vi sveliamo un segreto: noi abbiamo aggiunto, insieme alla mozzarella, del pesto genovese. Fatelo anche voi, giuro che non ve ne pentirete).

Come sempre, se rifate la ricetta aspettiamo le foto!

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail rimane anonimo