Privacy Policy My Stash: Bilancio - Suhrya

My Stash: Bilancio

Posted on
Vi ho parlato di tutti i miei trucchi in queste settimane, l’ultimo post è stato quello sui rossetti. Questo viaggio nella mia “collezione” mi ha fatta anche riflettere su quello che ho e ho pensato di condividere il frutto di queste riflessioni con voi.

Non aspettatevi esattamente un saggio filosofico ma magari può esserci qualcosa di utile.
Come tante delle prime ad avventurarsi nel magico mondo dei beauty blog quasi dieci anni fa (le vedete le rughe che mi spuntano a vista d’occhio?) ho avuto un periodo di accumulo non dico compulsivo ma sicuramente sproporzionato per un esclusivo utilizzo personale.
Mi sono resa conto di star esagerando quando ho dovuto buttare prodotti scaduti che avevo a malapena usato, lo spreco di soldi è una cosa che mi fa impazzire in ogni caso.
Ho smesso di comprare per gradi.
Inizialmente ho smesso  di acquistare prodotti low cost scadenti, quelli di cui mi piaceva giusto il packaging. Attenzione, ci sono alcune referenze a basso costo che continuo ad apprezzare moltissimo -vi parlo spesso di prodotti per la base Essence e Catrice- ma semplicemente non mi va più di prendere quelle palette di ombretti molto carine ma anche molto inutili.
Successivamente ho smesso anche di comprare cose high cost sia per necessità (avevo molte altre spese negli anni con la mia attività) sia perché oggettivamente avevo già molti, troppi trucchi.
Facendo questo inventario della mia collezione mi sono resa conto che continuo ad amare tantissimo i trucchi, anche se non ne acquisto più.
Mi piace giocare con le palette, swatchare decine di rossetti diversi e rendermi conto che sì ho mille fucsia diversi ma mi piacciono tutti un sacco.
Vorrei uno stash super basic con un fondotinta tre blush e due palette? No, direi.
Il minimalismo è meraviglioso ma non fa per me, in nessun campo. Un approccio più consapevole agli acquisti, assolutamente sì. Smettere di comprare e vivere in una casa bianca senza mobili, no.
Ringrazio la me stessa pazza e spendacciona del passato perché adoro scegliere di quale sfumatura di marrone pasticciare le mie palpebre al mattino.
Non finirò praticamente mai tutto quello che ho, specialmente le polveri (blush, bronzer, ombretti) ma se per qualche motivo succedesse non mi limiterei a riprendere una palette sola ecco.
Allo stato attuale delle cose -prodotti che non finiranno mai e poi mai neanche se facessi quattro cambi makeup al giorno- devo dire che continuerò a non comprare molte cose perché preferirei investire in altro (cose pazze tipo un viaggio) ma neanche mi viene voglia di regalare tutto quello che ho. 
Mi piace molto di più comprare prodotti di skincare, forse anche perché so che prima o poi li finirò anche oltre ad aprirli e inziarli.
Se come me avete passato la fase dell’accumulo selvaggio e ora l’avete superata mi raccontate come la vivete adesso? Ditemi!

8 Comments

  1. Lisbeth says:

    L'avevo decisamente superata! Abbandonando il mondo dei beauty blog (specialmente da lettrice), non ho più avuto modo di lasciarmi tentare da tutti quei bei prodotti che vedevo sui post delle varie beauty blogger che seguivo e in modo molto naturale non ho più interesse nell'acquistare nuovi prodotti. Poi, causa quarantena e il tuo blog, l'altro giorno ho ceduto e mi sono presa alcune cosine di Laura Mercier. Però ho come l'impressione che non ricadrò nel vortice degli acquisti compulsivi, perchè ho effettivamente prodotti a sufficienza per l'intera vita 😉

    1. S. says:

      Cos'hai preso di Laura Mercier? 🙂

  2. Giulia V. says:

    Anche io ci sono ricascata in questi giorni di quarantena! Con la scusa che dovevo prendere la tinta sul sito di Douglas (perché al supermercato è rimasto solo il biondo platino ed il rosso mezza età), ho preso anche blush in crema ed illuminante di Honest Beauty. Ne ho sentito parlare molto bene ed il prezzo è ragionevole, ma non mi servono e ora convivo con i sensi di colpa da 2 giorni. Spero solo di innamorarmene follemente quando arrivano, sarebbe già molto meglio!
    Per il resto sto cercando di finire tutti i prodotti cheap comprati negli anni di accumulo… sono estremamente ottimista e mi ci metto di impegno, ma se penso che per l'ultimo blush rimasto di essence non sono bastati 2 inverni mi viene voglia di mollare tutto e farli volare direttamente nel cestino.
    Un abbraccio, ce la faremo 🙂

    1. S. says:

      Rido per il rosso mezzo età! Honest Beauty sai che lo sento nominare per la prima volta da te? Sono proprio fuori dal giro! Fammi sapere come ti ci trovi 🙂
      Ecco io le cose che proprio non riuscivo ad usare le ho regalate tutte!
      un abbraccio a te

  3. Linda says:

    Io mi sono imposta un anno intero di no buy in tutte le categorie nelle quali sono debole (trucchi e abbigliamento).
    Mi sono resa conto che le novità che escono mi attirano a livello cromatico e dunque nella mia collezione (ho passato periodi di shopping quasi compulsivo) ci sono già. Basta saper abbinare tutto nel modo giusto!

    1. S. says:

      Ottima strategia 🙂

  4. Anonymous says:

    Intanto bravissima Suhrya per la costanza con cui hai scritto in questa lunga quarantena tenendomi compagnia con i tuoi post. Io ho drasticamente ridotto i miei acquisti makeup da 3 anni a questa parte quando ho cominciato a segnarmi ogni trucco che compravo e il suo prezzo (anche le referenze più low cost) alla fine del primo anno mi è venuto un magone tale che successivamente ho ridotto tantissimo i miei acquisti.

    1. S. says:

      Ma grazie! Sono felicissima di averti fatto compagnia, davvero. Effettivamente pensare a quanti soldi si spendono può essere un ottimo modo per diminuire gli acquisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail rimane anonimo