Privacy Policy Books Archivi - Pagina 4 di 11 - Suhrya

London Haul: Soap&Glory, Bourjois and More

Posted on
Haul! Non scrivo un post di questo tipo da moltissimo tempo, principalmente perché non compro decisamente più come prima.
Però sono stata a Londra -vi interessa un post in cui vi racconto un po’ come è andato questo viaggio?- e qualcosina ho preso.
Decisamente molto meno rispetto al solito ma ecco, in linea con le mie nuove abitudini.
A livello di abbigliamento quasi zero però due sciarpe inutili sì.
Io amo follemente le sciarpe. Ne vorrei miliardi, è più forte di me.
Da Oasis in aereoporto ne ho acquistate due, una grigia e così morbida che mi commuove e una borgogna più calda. Le amo.
Da Primark non ho fatto grandissimi acquisti a livello di vestiario ma l’ennesimo vestito con il colletto alla Peter Pan mi serviva. Siamo a quota due neri, uno con le righe e adesso questo bellissimo borgogna. Tra parentesi Primark ad Arese mi ha delusa un tot ma questa è un’altra storia.
Andiamo avanti con le altre cose ancora meno utili dell’abbigliamento, vi va?

Books: Piangi Pure

Posted on
Non parlo di libri da troppo tempo. Per qualche mese ho letto decisamente meno, poco tempo poca testa poco tutto.
Voglia sempre tanta però, che leggere rimane la cosa più bella della mia vita.
Ultimamente ho ricominciato a leggere parecchio però e non potrei esserne più felice.
Oggi vi parlo di Piangi Pure di Lidia Ravera, consigliatissimo da una persona di cui mi fido per ogni cosa -libri compresi-.

Best of 2016: Makeup&More

Posted on
Siamo nel 2017 da un paio di settimane ma è impossibile smettere di guardare indietro e fare un bilancio dell’anno passato. Sorvolando sulla preoccupante quantità di star decedute, oggi parleremo di cose ben più frivole: i preferiti del 2016. Il post è ideato da una task force di blogger coi controcavoli, Elena di Vanity Nerd, Ale di Soffice Lavanda,  Silvia di Edel Jungfrau, Dani di Shopping and Reviews, Ale di Dotted Around e la sottoscritta, ma è stato poi personalizzato da ognuna. Non troverete le stesse categorie in tutti i post, il che li rende indubbiamente più interessanti e personali. Ogni blogger ha stilato i suoi preferiti dell’anno appena trascorso, non solo nella categoria “trucchi e belletti” ma anche film, serie TV, prodotti culturali di vario genere e – perché no – cose fondamentali come i negozi online del proprio cuore. Enjoy!
La mia versione sarà un elenco con eventualmente link dei prodotti già recensiti. Se c’è qualcosa di cui vorreste parlassi più nel dettaglio prossimamente non esitate a scrivermelo nei commenti, sarò felice di fare post dedicati.

I wrote this for you and you wrote this for me.

Posted on
Vi capita di scoprire qualcosa di così bello e di non voler che nessun altro lo conosca? Vi è sicuro capitato con gruppi musicali sconosciuti per poi odiarli quando sono diventati famosi e con serie tv da pochi fan di cui poi ha iniziato a parlare anche la vostra vicina di casa -ciao Black Mirror ti ho amato prima che fossi mainstream e non dimenticherò mai di ricordarlo al mondo-.
Vi capita, invece, di scoprire qualcosa di così speciale da volerlo portare nelle vite di tutti? Qualcosa che vi ha cambiato così tanto la vita, che vi ha reso così felici, che vi ha dato più di quanto mai vi sareste immaginati.
Non sto parlando di una setta e neanche di herbalife, ve lo giuro.
 

Non Beauty Favorites, september edition.

Posted on
Continuo a scrivere i titoli dei post in inglese anche se ormai scrivo in italiano, forse dovrei smettere.
Da quando ho ripreso a scrivere ho iniziato a parlare anche di altro oltre al beauty e quindi eccoci, oggi parliamo anche dei miei preferiti non cosmetici.
Non mi scuserò per la digressione dal tema principale del blog, mi sono accorta che vi piacciono anche più dei post strettamente di makeup.
A proposito, se avete qualche consiglio/suggerimento su post diversi sono pronta a tutto.

Lately: music, food, tv shows.

Posted on
Oggi un post di chiacchiere in cui parliamo di tutte le cose che sto amando ultimamente.
Film, libri, cibo.
So che vi piacciono tanto questi post in cui parlo a vanvera e mi piace tanto scambiare consigli e opinioni con voi.
Potrebbe venire un pochino lungo, spero di non annoiarvi eccessivamente.

Books: The Brief Wondrous Life of Oscar Wao

Posted on
“But if these years have taught me anything it is this: you can never run away. Not ever. The only way out is in.” 
 
La breve favolosa vita di Oscar Wao di Junot Diaz mi è piaciuto, tanto.
Prima delle mie solite chiacchiere più o meno utili sulla trama e sull’impressione che mi ha fatto il libro volevo parlare di un’altra cosa.
Questo libro ha vinto il premio Pulitzer del 2008 e all’epoca mi sembrava che lo stessero leggendo tutti, lo vedevo un po’ ovunque.

Books: The Butterfly Tattoo

Posted on
“She was more complicated than that, and surely she wasn’t as naïve as she made herself out to be. Still, he didn’t challenge her; whatever she said was better than the truth, because she was saying it.”
Avete presente quando vi innamorate follemente di un libro?
Dei personaggi, dell’ambientazione.
A me succede spesso ma è più raro che io mi innamori del modo di scrivere di un autore, aldilà degli argomenti trattati.
Ho amato il modo di scrivere di Philip Pullman nella trilogia Queste Oscure Materie e quando ormai qualche anno fa ho visto che aveva pubblicato un altro libro l’ho preso immediatamente.
 

Books: The Wonderful Wizard of Oz

Posted on
The Wonderful Wizard of Oz by L. Frank Baum
One of my favorite books of all times has to be The Wonderful Wizard of Oz.
I remember seeing the movie when I was really small and as soon as I found the book at home I had to read it.
To this day, I still re read it at least once a year, it’s just too good.
Yes, I’m one of those awful persons that actually enjoys rereading books, don’t judge me.
Il Meraviglioso Mago di Oz di L.Frank Baum
Uno dei miei libri preferiti di sempre è assolutamente il Meraviglioso Mago di Oz.
Mi ricordo di aver visto il film quando ero davvero molto piccola e appena ho trovato il libro per casa ho dovuto leggerlo.
Ancora oggi lo rileggo una volta l’anno, è troppo bello.
Sì, sono una di quelle persone che rilegge i libri, non giudicatemi.

Books: Nineteen Eighty-Four

Posted on
Nineteen Eight Four by George Orwell.

I rarely talk about classic books, do I?
I have a weird relationship with classic books, to be honest. I read a lot of them while I was too young to fully understand what I was reading, around six years old.
I’ve always read so so much since I learned how and I just grabbed every book I found in my home.
1984 is one of the books that I just didn’t understand all and I had to re-read when I was older.

1984 di George Orwell.
Parlo molto raramente di classici vero?
Ho una strana relazione con i libri classici se devo essere onesta. Ne ho letti una marea quando ero troppo piccola per capire cosa stavo leggendo, attorno ai sei anni.
Tutto ciò non perché sono stata una bambina prodigio ma perché ho sempre letto tantissimo e ho sempre preso qualsiasi cosa mi capitasse in casa.
1984 è uno di quei libri che ho letto senza averci capito proprio molto e che ho dovuto rileggere una volta cresciuta.