Quando ho scritto questo tweet un po' mi sono sentita cretina, lo ammetto.
Se mi seguite da un po' conoscete il mio percorso con il mio corpo e con il cibo, da una dieta drastica al ritorno a una normalità comunque abbastanza sana.
Ultimamente ho avuto un po' di problemi di salute ma ho anche continuato a fare yoga in maniera regolare, da luglio vado in palestra con continuità (recentemente anche con una scheda fatta realmente per me), mangio sempre in modo equilibrato e tendenzialmente sano, ho fatto un trattamento estetico che mi ha portata a modificare la parte del mio corpo che odiavo di più.
Tendenzialmente se mi guardo allo specchio lo so che non sono grassa, non sono nemmeno magra come quando mangiavo come un uccellino però.
So che sono sana, so che sono forte, so che mi sto prendendo cura del mio corpo.
So che ci sono delle parti di me che non cambieranno mai, so che invece continuando con questo percorso in maniera sana potrò magari migliorare alcune cose.
Mi trovo moderatamente carina (specialmente truccata e vestita bene, diciamo che in leggings e maglietta dopo l'allenamento insomma) e so di non essere grassa ma rimane il fatto che oh, io vorrei essere magra.
Non è la mia priorità nella vita, non cederei la mia anima al diavolo. Ma se potessi... vorrei esserlo.
"Confessarlo" mi ha fatto bene in un certo senso. Perché lo so che è sbagliato, lo so che ci sono mille cose più importanti nella vita. Però non posso fare a meno di desiderarlo.
Penso che sarei più felice? No, non lo ero al minimo del mio peso. Penso che sarei più desiderabile? No, sto con una persona che mi fa sentire bella anche quando oggettivamente sono brutta come la fame (per rimanere in tema).
Però è così. Mi capita di vedere foto di quando pesavo di meno e nonostante io sappia quanto non stessi bene -mi cadevano i capelli a mazzi, non dormivo la notte, ero debole- mi viene voglia di tornare ad assomigliare più a quell'immagine che a quella che vedo ora riflessa nello specchio.
Vi avevo già parlato di come faticassi a fare pace con la body positivity e con il tempo la situazione non è migliorata, anzi.
L'averne parlato su twitter mi ha consentito di confrontarmi con tantissime altre donne (e un uomo che mi ha detto che "sto 'nguaiata" se questi sono i miei problemi ma questa è un'altra storia) e mi ha permesso di vedere come la mia posizione sia -purtroppo- parecchio condivisa.
È sbagliato, non ci fa bene, ma rimane così.
Posso dire che arrivata ai trent'anni (madonna che paura scriverlo) e con quello che ho vissuto con il mio corpo questo desiderio rimane una cosa poco concreta, non sarei più disposta a fare follie per raggiungerlo ecco.
Poi sto valutando di fare qualcosa per non avere il doppio mento nelle foto ma questa è un'altra storia.
Vorrei tanto sapervi dare una soluzione efficace per questo stupido tarlo che a volte ci logora ma la verità è che non ce l'ho e che sto solo cercando di tenerlo sotto controllo anche parlandone e rendendomi conto che no, non è la cosa che conta di più.