Non mi prendevo una pausa così lunga dal blog da tantissimo tempo, sicuramente più di un anno.
Non era previsto o vi avrei avvisato anche se rimanendo sempre attiva sui social sapevo che nessuno si sarebbe preoccupato.
Come mai questo stop? Ho avuto dei problemi di salute, come vi ho accennato sui sopracitati social.
E con accennato intendo che me ne sono lamentata tantissimo perché stavo veramente male. Non andrò nei dettagli di quello che ho avuto/ho perché so che nonostante le migliore intenzioni di tutti rischierei di avere mille diagnosi da persone che non mi conoscono e consigli che non farebbero altro che mandarmi in confusione.
Sono stata seguita da una gastroenterologa che oltre ad essere una dottoressa fantastica è anche stata estremamente paziente e mi ha rassicurata anche nei momenti in cui davvero volevo solo sbattere la testa al muro.
Quindi dicevamo, ho avuto veramente poche energie e se all'inizio cercavo di tenere tutto in piedi comunque ad un certo punto mi sono resa conto che era semplicemente infattibile e mi sono limitata a lavorare e cercare di stare un po' meglio.
Poi è arrivato il momento in cui sono stata meglio. Oltre alla felicità enorme di riuscire a fare di nuovo un sacco di cose mi sono sentita un po' bloccata davanti alla pagina bianca.
Non perché non abbia niente di cui parlare, anzi!, ma perché mi rendo conto che l'appeal dei blog è sempre meno ecco.
Non in termini di visite, quelle ci sono probabilmente anche perché ormai sono quasi dieci anni (a settembre compleanno: festeggiamo insieme?). Però mi sembra spesso di parlare da sola, per i pochi commenti. Mi sembra anche di essere sempre in ritardo sugli argomenti: su instagram è tutto talmente veloce che mi sembra inutile arrivare qualche giorno dopo a dire al mia su qualcosa che è successo o su un prodotto.
Ho provato a fare più stories parlate per aggirare questo problema ed ho avuto un buon riscontro ma la verità è che a me piace scrivere.
I lati negativi sono sempre meno importanti, amo troppo portare avanti questa cosa per abbandonarla.
Il blog rimane una passione enorme, ci sono dei progetti lavorativi nati da questo ma sempre cose che fortunatamente mi piacciono e tantissimo.
So che se voglio ricominciare a scrivere (e voglio, mi manca quando non lo faccio) mi devo dare dei temi e delle scadenze precise o non li rispetto e poi mi perdo via e poi non mi ci rimetto.
Quindi, voi come state?
Io ora meglio, appunto. I prossimi giorni saranno un mix di milano, bergamo, lugano come tutti gli ultimi mesi. A metà agosto poi parto per la Sicilia per due settimane e non vedo l'ora, questa vacanza mi porta ad un mese di mare per quest'estate e non posso lamentarmi.
Ho tantissime cose di cui vorrei parlarvi, spero di riuscire a farlo ora che ho rotto il ghiaccio -di nuovo-.
A domani, se vi va!