Durante il primo lockdown (che male scrivere primo) ci siamo buttati TUTTI a fare il banana bread. In mia difesa posso dirvi che è tra i pochissimi dolci che avevo già provato a fare -anche con discreto successo- anche prima.

È veramente super semplice da fare e quindi vi giro la mia ricetta collaudata, nella variante che sa di cannella -e ogni cosa bella- e cacao.


Ingredienti:


4 banane

3 uova 

80g olio 

4g lievito in polvere per dolci 

200g farina 

100g miele

1 cucchiaino cannella

20 g di cacao

2g bicarbonato

2g sale

Mandorle tritate


Procedimento:

Frullate le banane con l’olio il miele il bicarbonato il sale e la cannella. 

Separate il tuorlo dell’uovo dall’albume e cominciate a montare a neve il bianco. Quando il bianco è montato mettetelo da parte e cominciate a frullare il tuorlo con il lievito, aggiungete il composto alle banane e la farina e continuate ad amalgamare il tutto. Una volta che l’impasto sarà omogeneo aggiungete il bianco d’uovo montato e le mandorle tritate e continuate ad amalgamare. 

Lasciate riposare il composto per almeno 45 minuti. Versate l’impasto in uno stampo da plumcake oliato e cucinatelo in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 60 minuti. 

Una volta cotto aspettate che il banana bread si raffreddi prima di sformarlo. 


A me fatto in questo modo fa letteralmente impazzire, rimane morbido ma non eccessivamente.

Se proprio vi sentite pazzerelli potete aggiungerci delle noci, cosa che io penso di fare la prossima volta.