Oggi ho compiuto ventinove anni.
Il mio desiderio per questo compleanno era di passarlo a Bologna, città in cui sono nata e che amo moltissimo, insieme ai miei e mio fratello. 
Sono riuscita a realizzarlo e ho avuto anche l'enorme regalo di poter stare a casa stasera e non lavorare quindi sono sul divano con il cane che mi dorme accanto e dei pantaloni della tuta da uomo che non so bene di chi siano.

È stato un anno impegnativo, mettiamola così. Ho stravolto completamente la mia vita, ho vissuto cose che non avrei proprio voluto vivere. Però è andata, ecco.
Scrivo questo post non tanto per condividere le foto di Bologna che insomma belle ma anche chissenfrega ma per fare il punto, per sedermi e ricapitolare.
A che punto sono? Dove voglio andare?
Mi sento immensamente fortunata per come sta andando il lavoro, nonostante le difficoltà dovute principalmente al fatto che lavoro troppo.


Mi sento molto amata, ho degli amici nuovi e vecchi che si prendono cura di me in mille modi e per cui sono infinitamente grata. Ho una famiglia meravigliosa, nonostante i grandi mal di testa che mi fan venire a volte.
Mi manca avere quella persona nella mia vita per cui forse potrei essere più completa? Sì, ma sto imparando a sentirmi abbastanza completa anche da sola.
Sto facendo lentamente pace con parti di me che non mi piacciono, sto cercando di guardarmi con più amore e occhi meno spietati.
Mi piace non avere l'ansia del tempo che passa, paradossalmente molto meno rispetto a quando di anni ne avevo fatti venticinque e mi sembrava di dover fare TUTTO velocissimo. Adesso sto imparando che il mio ritmo va bene, è il mio.


Ah e unico consiglio utile su Bologna che a mia volta mi è stato dato da tanti altri: andate a mangiare a La Montanara.



Vorrei arrivare a compiere i miei trent'anni ancora così facendo di nuovo qualcosa che mi piace, con troppo illuminante in faccia, mangiando cose buone e circondata d'amore.