Immagino di non essere l'unica a cui vengano delle voglie di cibo ben specifiche, tendenzialmente non troppo sane.
Il post -totalmente inutile- di oggi è una lista di tutto quello che mi mangerei volentieri se fossi benedetta da un metabolismo migliore o se me ne fregassi sia della salute che della forma del mio culo.

  1. i fonzies. Non li mangio dal 2015 penso, li vorrei moltissimo.
  2. da quando ho visto la pubblicità dei Grisbì al cocco e al pistacchio ci penso almeno una volta a settimana, non li ho mai provati e forse non lo farò perché nella mia testa sono troppo buoni.
  3. patatine fritte, tantissime patatine fritte. Possibilmente a qualche festa di paese, quando si potranno rifare.
  4. ho mangiato un solo arancin* (così non mi scassate l'anima) quando ero in Sicilia. Decisamente non abbastanza. Vorrei molto quelli della friggitoria da Davide a Palermo, ne ho mangiati un numero imbarazzante di quelli vegani prima del matrimonio della mia amica Elena e li sogno ancora.
  5. i Reese's. Cioccolato e burro d'arachidi, non penso di dover aggiungere altro.
  6. patatine lime e pepe rosa della San Carlo, una delle cose più buone del mondo.
  7. la focaccia che mangiavo al liceo all'intervallo, con mezzo litro di olio.
  8. coconut burfi, un dolce indiano che è tanto burro e poco cocco.
  9. così tanti nachos e guacamole da farci il bagno.
  10. un chilo e mezzo di Galbanino. Che okay probabilmente non è un cibo che fa poi così male ma nelle quantità che vorrei mangiarlo io benissimo non fa.
  11. taaatnisssimi amaretti morbidi, possibilmente della pasticceria Gnocchi a Gallarate da dove li prendeva sempre il mio amico Elio, sono uno dei ricordi più forti che ho legati a lui.
  12. il Cucciolone, ma nel formato di quando ero piccola e non quello mini che fanno ora