Mentre scrivo è sabato sera, verosimilmente leggerete questo post domattina e spero vivamente di stare ancora dormendo quando verrà automaticamente pubblicato -spoiler: probabilmente non succederà-.
Ho passato una bellissima giornata, ho visto persone che non vedevo da un po', sono stata con i miei e con il mio cane, ho visto la mia amatissima Milano.
Però per qualche minuto mi sono lasciata divorare dall'invidia, invidia per una cosa che ieri ho sentito essere successa a una persona che conosco e che vorrei tanto succedesse anche a me.
Ora, mi ritengo una persona molto fortunata per tantissimi aspetti ma anche veramente un po' sfigata per altri.
Mi sono successe una quantità di cose brutte -serie, non il fidanzato che ti cornifica anche se non mi sono fatta mancare neanche le corna- da farmi un po' compatire quando le racconto (motivo per cui tendo ad evitare) ma ho anche una famiglia che amo, amici meravigliosi, non mi è mai mancato nulla.
È raro che quando mi succeda qualche evento spiacevole mi venga da essere invidiosa del bene altrui, che siano persone conosciute o non.
Tendo ad essere contenta per gli altri che non devono vivere quello che sto vivendo, non sono sicuramente santa ma neanche mi piace augurare del male.
Però perché sono invidiosa?
Mi rendo conto che il mio problema è che sento di avere il diritto di avere determinate cose anche io. Mi trovo a dirmi "ma se lei/lui ha questa cosa o può vivere quest'esperienza, perché io no?". 
Ancora peggio a volte mi sento superiore rispetto ad altre persone e mi dico che se loro hanno qualcosa che io vorrei beh dovrei averlo anche io.
Non sto chiaramente parlando di oggetti ma neanche voglio fare esempi troppo specifici per evitare di essere fraintesa.
Mi sento una persona orribile quando faccio questi pensieri perché lo so che non mi fa bene entrare in questo circolo vizioso perché il secondo passo è inevitabile credere che allora evidentemente no, non mi merito nulla di queste cose che vorrei.
Attenzione: non mi è veramente MAI successo di pensare "se io no allora neanche tu". Sono tendenzialmente felice anche quando vedo gli sconosciuti ottenere qualcosa che vogliono quindi figuriamoci come mi fa contenta vedere la gioia nella vita degli altri. È che ne vorrei un po' di più anche io forse e che non capisco perché per me a volte sia così difficile ottenerla.
L'invidia è un sentimento che davvero non mi piace e che odio provare. Non mi piace come mi fa sentire, mi sento molto stupida e presuntuosa.
Non c'è una conclusione brillante o una frase ad effetto, ci sono io che mi sento scema e che adesso vado a stendere la lavatrice sperando di maturare sotto questo punto di vista.