Domenica scorso vi ho scritto il primo post sullo yoga, lo trovate qui.
Inizialmente l'idea non era quella di scrivere un aggiornamento ogni settimana, pensavo che ne avrei parlato nuovamente tra un bel po' di tempo per dirvi "hey, sono diventata bravissima e so fare tutto" o in alternativa "hey, sono totalmente incapace e ho mollato".
Mentre passavano i giorni però mi sono resa conto di come questa nuova esperienza (non riesco a definirlo hobby, mi sembra riduttivo, sport mi sembra impreciso) sia veramente diversa da qualsiasi cosa io abbia mai provato a fare finora e ho paura di dimenticarmi qualcosa se lascio passare troppo tempo tra un post e l'altro.
Continuo ad affermare che Adriene e il suo canale siano veramente ottimi per una perfetta principiante, anche una principiante zero flessibile come me.
Il suo tono di voce calmo ma non noioso, le battute non forzate, il far vedere sempre anche la posa modificata per chi non è granché, tutti punti a suo favore e che me la fanno adorare.
Come è andata questa seconda settimana? Sto continuando con il programma 30 days e a passo di tartaruga mi sembra che le varie pose mi vengano impercettibilmente meglio ogni volta.
Ho fatto veramente molta fatica al settimo giorno (nonché il mio decimo, i primi giorni in questo viaggio li ho fatti con altri video non di questa playlist e li trovate nel primo post che vi ho linkato sopra) ed è stato l'unico giorno in cui veramente avrei mollato tutto.
Non era tanto per la difficoltà maggiore o minore di quello che dovevo fare ma perché ero veramente gonfia da morire (un giorno vi ci faccio un post sui miei gonfiori addominali e su quanto ci sto male e sui rimedi, se volete).
Nonostante la fatica enorme l'ho terminato e già di per sé è stata una piccola vittoria. Perché la cosa più bella di questa mio yoga journey è che lo faccio con piacere nonostante la difficoltà a livello fisico.
Mi alleno da anni, mi ammazzo con i maledetti pesi, faccio esercizi a corpo libero. Ogni volta che lo faccio però tutto il tempo penso solo che vorrei tanto essere nata con il metabolismo veloce e basta. 
Temevo che l'apprezzare lo yoga però fosse solo frutto della novità e mi rendo conto che okay quattordici giorni sono ancora molto pochi ma per la persona meno sportiva del mondo (non importa quante ore di esercizio faccio a settimana) questo è una specie di miracolo.
Mi dà una pace enorme mentre lo faccio, è stupido dirlo?
Io soffro molto di ansia, tachicardia legata a quello e altre cose poco simpatiche. Quando sono sull'asciugamano (non giudicatemi lo so che non va bene però vi dico anche che ora ho trovato il materassino amici quindi da domani posso evitare di scivolare e ammazzarmi) però mi pesa tutto molto meno e un po' dei vari brutti pensieri che ho addosso scivolano via.
Continuo a far tanta fatica a respirare bene ma mi sembra di fare un pochino di progressi anche su quello, specialmente anche quando non sono nel mezzo della mia practice ma sto vivendo mia giornata sono sempre di più i momenti in cui mi rendo conto di essere in apnea e mi ricordo di inalare ed esalare come si deve.
Se i progressi fisici a livello di capacità di eseguire i movimenti mi sembrano minimi sono decisamente quelli maggiori quelli che noto quando mi alleno in un altro modo.
Faccio esercizi a corpo libero tre volte a settimana con un' applicazione che non so ancora bene quanto mi piaccia e cinque volte con la kettle. Detto così sembro una super sportiva: NO! Gli esercizi sono molto semplici e la mia kettle è da otto chili, sento le risate di chi davvero fa work out fino a qui.
In ogni caso, faccio yoga prima degli altri allenamenti ed è un ottimo pre riscaldamento che spesso facevo in modo sommario e con poca voglia.
Mi rendo conto che in sole due settimane eseguo molto meglio anche gli altri esercizi, probabilmente una combinazione della flessibilità leggermente migliorata e di un modo di riscaldare i muscoli non troppo frettoloso.
Insomma, per ora tutto bene. Spero di aggiornavi settimana prossima con notizie ancora migliori ma chissà!