Quando penso agli ombretti in crema mi viene in mente sempre la mia adorata amica E. che anni fa mi diceva che non li voleva acquistare perché le veniva ansia al pensiero che si seccassero. Beh, ha ragione.
Negli anni ne ho buttati veramente una marea ed è uno spreco assurdo. Amo molto l'effetto sulla palpebra e mi piace usarli come base per degli ombretti in polvere però penso che quando finirò o dovrò cestinarli cercherò di non farmi tentare e non ne prenderò altri.
Ho diversi ombretti in crema di Nabla anche se purtroppo altrettanti ne ho dovuti cestinare perché si erano seccati (sono oltre il PAO quindi è normale). Ne avevo recensiti diversi in questo post , parole valide ancora per tutti.
Ho avuto tantissimi Chanel Illusion d'Ombre ma mi sono rimasti solo gli ultimi due comprati, uno molto scuro che mi ha regalato la mia amica Vale e Epatant che ancora non è secco.
Sono pieni di riflessi e una consistenza molto particolare, li apprezzo tanto. Un ombretto in crema H&M marroncino che è veramente meraviglioso e mi era stato regalato dalla mia amica Daniela, spero non si secchi mai perché mi piace tantissimo.
Vari prodott low cost, da Maybelline -vi ricordate ancora Punk Pomegranate?- a qualche Wjcon, Kiko. Sono tutti piuttosto validi, facili da stendere e a lunga tenuta. 
Più high cost abbiamo Charlotte Tilbury nella colorazione Mona Lisa che è il miglior ombretto in crema che abbia mai provato, regalo della mia amica Beatrice che è l'esperta mondiale di makeup figo. È  pieno di riflessi luminosi, si stende praticamente da solo, si sfuma benissimo ma si fissa anche benissimo ed è una base strepitosa per gli ombretti in polvere.
Poi un metallico lilla di Laura Mercier bello ma oggettivamente non molto portabile ora che sono diventata vecchia e noiosissima e uno di Clinique che è ancora in circolazione perché mi sono dimenticata di buttarlo ma che ha cambiato consistenza.
In definitiva, quali consiglio? Ecco, nessuno.
Se siete appassionate di makeup e ne avete una buona collezione è veramente poco probabile che ne finiate uno e inevitabilmente andrete a buttarli. Nulla vi impedisce di farlo chiaramente, diciamo che tutti quelli che ho ancora sono molto validi e penso che nessuno di  questi vi deluderebbe.
Magari potrei suggerirvi di investire su uno degli ombretti di Charlotte Tilbury, in una colorazione che pensate di sfruttare molto. È un prodotto molto versatile, bellissimo sia da solo che come base. Io se ne volessi uno prenderei di nuovo Mona Lisa o Marie Antoinette più chiaro ma ugualmente bello. Ormai sono sempre di più per la categoria pochi ma buoni, seppur non condanni chi voglia concedersi qualche sfizio di tanto in tanto, ci mancherebbe.
Voi che rapporto avete con gli ombretti in crema? Quali sono quelli che vanno di moda ora che io sono fuori dal giro? Vi ricordate il periodo in cui compravamo tutti gli ombretti in crema di Astra? Che bei tempi, com'eravamo giovani e con le palpebre belle lisce.