Un altro interessantissimo post sul mio stash di rossetti e sì sono ironica.
Oggi vi parlo di un rossetto di Bite Beauty che mi ha regalato la mia amica Elena nella colorazione Maple, veramente stupendo.

Shop my (lipstick) Stash: Bite Beauty Amouse Bouche Lipstick in Maple


Un altro interessantissimo post sul mio stash di rossetti e sì sono ironica.
Oggi vi parlo di un rossetto di Bite Beauty che mi ha regalato la mia amica Elena nella colorazione Maple, veramente stupendo.
Vi ho fatto il primo post sulla mia collezione, quello sui fondotinta che trovate qui.
Oggi invece parliamo di correttori, un altro elemento importante per la base perfetta.
Io non ho praticamente mai imperfezioni sul viso e quando capita normalmente mi basta aggiungere un pochino di fondotinta e sono coperte. I miei correttori quindi sono usati sempre per le occhiaie che però sono tendenzialmente piuttosto scure e impegnative da coprire.

My Stash: Concealers

Vi ho fatto il primo post sulla mia collezione, quello sui fondotinta che trovate qui.
Oggi invece parliamo di correttori, un altro elemento importante per la base perfetta.
Io non ho praticamente mai imperfezioni sul viso e quando capita normalmente mi basta aggiungere un pochino di fondotinta e sono coperte. I miei correttori quindi sono usati sempre per le occhiaie che però sono tendenzialmente piuttosto scure e impegnative da coprire.
                

Stavo facendo un minimo di programmazione per i post del prossimo periodo -a che pro? chi mi legge? who cares? ma va beh andiamo oltre- e mi sono resa conto che Natale è vicinissimo. In realtà mentre voi leggete quel vicinissimo è oggi, la magia del planning.
Io mi starò preparando per lavorare nel ristorante di mia mamma come sempre negli ultimi anni e voi spero abbiate davanti a voi una giornata più piacevole della mia. Non penso di scrivere mai cose particolarmente utili ma oggi anche meno probabilmente quindi se decidete di passare oltre non mi offendo promesso.

Natale, pranzi, altre rotture di palle (non necessariamente dell'albero)

                

Stavo facendo un minimo di programmazione per i post del prossimo periodo -a che pro? chi mi legge? who cares? ma va beh andiamo oltre- e mi sono resa conto che Natale è vicinissimo. In realtà mentre voi leggete quel vicinissimo è oggi, la magia del planning.
Io mi starò preparando per lavorare nel ristorante di mia mamma come sempre negli ultimi anni e voi spero abbiate davanti a voi una giornata più piacevole della mia. Non penso di scrivere mai cose particolarmente utili ma oggi anche meno probabilmente quindi se decidete di passare oltre non mi offendo promesso.

Ancora prodotti finiti. 
Qualcosina di makeup ma decisamente ancora troppo poco e così via, in un loop di sensi di colpa.
Comunque vado avanti nella mia opera un prodotto alla volta e fra circa mille anni avrò finito.

Empties! - 58 -


Ancora prodotti finiti. 
Qualcosina di makeup ma decisamente ancora troppo poco e così via, in un loop di sensi di colpa.
Comunque vado avanti nella mia opera un prodotto alla volta e fra circa mille anni avrò finito.
Vi ho già annoiati svariate volte con i racconti sul mio nuovo stile di vita minimal e privo di acquisti superflui, lo so.
Una conseguenza è che non c'è niente che io desideri, non davvero. Sembra assurdo se si pensa che ho praticamente smesso di comprare qualsiasi cosa e che quindi non mi tolgo sfizi da non so neanche quanto ma vi giuro che è proprio così.
Ho passato così tanto tempo a pensare a quanto poco uso quello che già ho che fatico a desiderare per più di tre secondi qualcosa, so che non mi serve o perlomeno non realmente.
Ecco una wishlist reale sarebbe: intervento per la miopia agli occhi, spazzolino elettrico, la cheratina per i capelli che sta finendo l'effetto.
Oggi però vi condivido tutte quelle cose totalmente inutili e troppo costose che comprerei se vincessi l'euromillions con i soldi rimasti dopo aver soddisfatto le necessità della mia famiglia e dei miei amici e aver costruito un canile e un ospizio. 
Il senso del post? Non c'è, giuro che non taggo le aziende sperando che impazziscano e me le mandino.

Come se fosse il 2009: Wishlist.

Vi ho già annoiati svariate volte con i racconti sul mio nuovo stile di vita minimal e privo di acquisti superflui, lo so.
Una conseguenza è che non c'è niente che io desideri, non davvero. Sembra assurdo se si pensa che ho praticamente smesso di comprare qualsiasi cosa e che quindi non mi tolgo sfizi da non so neanche quanto ma vi giuro che è proprio così.
Ho passato così tanto tempo a pensare a quanto poco uso quello che già ho che fatico a desiderare per più di tre secondi qualcosa, so che non mi serve o perlomeno non realmente.
Ecco una wishlist reale sarebbe: intervento per la miopia agli occhi, spazzolino elettrico, la cheratina per i capelli che sta finendo l'effetto.
Oggi però vi condivido tutte quelle cose totalmente inutili e troppo costose che comprerei se vincessi l'euromillions con i soldi rimasti dopo aver soddisfatto le necessità della mia famiglia e dei miei amici e aver costruito un canile e un ospizio. 
Il senso del post? Non c'è, giuro che non taggo le aziende sperando che impazziscano e me le mandino.

Qualche post fa vi ho parlato dei miei fondotinta (il prossimo lo facciamo sulle ciprie o sui correttori?) e nei commenti ho ricevuto qualche richiesta di parlarvi del fondotinta di Essence InstaPerfect quindi eccoci qua.
Devo dire che anche io a causa della sua confezione ho fatto l'ovvio collegamento con il Face&Body di MAC (che non ho mai provato in realtà) e sono stata invogliata anche da quello per l'acquisto.
Diciamo che in generale ho avuto parecchie esperienze positive con i prodotti per la base di questo marchio quindi complice anche il prezzo piccolino l'ho acquistato volentieri.

Review: Essence #InstaPerfect Liquid Makeup


Qualche post fa vi ho parlato dei miei fondotinta (il prossimo lo facciamo sulle ciprie o sui correttori?) e nei commenti ho ricevuto qualche richiesta di parlarvi del fondotinta di Essence InstaPerfect quindi eccoci qua.
Devo dire che anche io a causa della sua confezione ho fatto l'ovvio collegamento con il Face&Body di MAC (che non ho mai provato in realtà) e sono stata invogliata anche da quello per l'acquisto.
Diciamo che in generale ho avuto parecchie esperienze positive con i prodotti per la base di questo marchio quindi complice anche il prezzo piccolino l'ho acquistato volentieri.

La cura della pelle è una vera e propria passione da qualche anno.
Se prima preferivo passare più tempo a impiastricciarmi le palpebre di ombretti ora mi piace notevolmente di più dedicare qualche minuto alla cura del mio viso.
I motivi sono due. Passare del tempo a massaggiare la crema, struccarsi bene, mettere il siero viso con calma e così via sono tutti gesti non così diversi da una coccola. Alla sera mi aiuta a riconciliarmi con me stessa e a prepararmi per dormire e al mattino è un bel boost per affrontare la giornata.
L'altro motivo, quello probabilmente più facilmente condivisibile, è che prendersi cura della propria pelle è il modo migliore per avere buoni risultati anche con il makeup e genericamente per vederla al meglio ecco.
Quando mi è stato proposto di provare i prodotti di Florence Organics ho accettato volentieri, mi piace cambiare la mia routine a seconda della stagione e questi sembravano perfetti per il freddo.

Review: Florence Organics Crema Viso con Retinolo + Crema Viso con Bava di Lumaca + Siero Viso con Vitamina C


La cura della pelle è una vera e propria passione da qualche anno.
Se prima preferivo passare più tempo a impiastricciarmi le palpebre di ombretti ora mi piace notevolmente di più dedicare qualche minuto alla cura del mio viso.
I motivi sono due. Passare del tempo a massaggiare la crema, struccarsi bene, mettere il siero viso con calma e così via sono tutti gesti non così diversi da una coccola. Alla sera mi aiuta a riconciliarmi con me stessa e a prepararmi per dormire e al mattino è un bel boost per affrontare la giornata.
L'altro motivo, quello probabilmente più facilmente condivisibile, è che prendersi cura della propria pelle è il modo migliore per avere buoni risultati anche con il makeup e genericamente per vederla al meglio ecco.
Quando mi è stato proposto di provare i prodotti di Florence Organics ho accettato volentieri, mi piace cambiare la mia routine a seconda della stagione e questi sembravano perfetti per il freddo.

Se mi leggete da un po', qui o sui social, sapete già che io sono un mix di cose.
Mia mamma  è siciliana, cresciuta in Australia. Mio padre è indiano, nato in Uganda e cresciuto a Londra. 
Io sono nata a Bologna, cresciuta a Bergamo, trasferita a Milano per gli anni dell'università e a Lugano tre anni fa.
Tutto molto bello in teoria ma forse un po' meno in pratica.

Immigrazione, appartenenza, altre parole di cui non so fare lo spelling


Se mi leggete da un po', qui o sui social, sapete già che io sono un mix di cose.
Mia mamma  è siciliana, cresciuta in Australia. Mio padre è indiano, nato in Uganda e cresciuto a Londra. 
Io sono nata a Bologna, cresciuta a Bergamo, trasferita a Milano per gli anni dell'università e a Lugano tre anni fa.
Tutto molto bello in teoria ma forse un po' meno in pratica.
In questi giorni ho fatto il quarto trasloco in tre anni, uno sballo. 
Ogni giorno che passa mi rendo conto di avere in ogni caso troppi troppi troppo trucchi. Non condanno chi li colleziona ma per me avere così tante cose che inevitabilmente scadranno prima che  io li finisca nonostante abbia smesso di acquistare praticamente da tre anni mi fa pensare.
Continuano a piacermi i barattoli colorati ma penso di aver più voglia di arrivare a uno stash di soli prodotti che uso.
Ho pensato di fare una serie di post con i prodotti che ho in ogni categoria, non tanto un elenco ma più una serie di considerazioni su quel che voglio da  quella tipologia a ventotto anni e dopo dodici in cui mi trucco.

My Stash: Foundations

In questi giorni ho fatto il quarto trasloco in tre anni, uno sballo. 
Ogni giorno che passa mi rendo conto di avere in ogni caso troppi troppi troppo trucchi. Non condanno chi li colleziona ma per me avere così tante cose che inevitabilmente scadranno prima che  io li finisca nonostante abbia smesso di acquistare praticamente da tre anni mi fa pensare.
Continuano a piacermi i barattoli colorati ma penso di aver più voglia di arrivare a uno stash di soli prodotti che uso.
Ho pensato di fare una serie di post con i prodotti che ho in ogni categoria, non tanto un elenco ma più una serie di considerazioni su quel che voglio da  quella tipologia a ventotto anni e dopo dodici in cui mi trucco.


Uno dei miei hobby preferiti è tormentarmi sui miei errori e sulle mie mancanze.
Non è molto divertente essere me, nel caso ve lo stiate chiedendo.
Il quaderno della gratitudine, il voler pensare positivo, tutto importantissimo. Io ora cerco di pensare  a quello che non sono in grado di fare non per farmi gratuitamente del male ma per cercare di imparare dalle mie esperienze non necessariamente positive e per concentrarmi su quello che non so fare nella speranza ci sia anche solo un minimo di margine di miglioramento. 
C'è un elenco di cose su cui vorrei sapere di più e un altro di cose che vorrei aver capito prima.
Ora scrivo le prime che mi vengono in mente qui così posso comodamente venire a rileggermele quando voglio farmi del male.

Things I wish I knew more about & Things I wish I knew sooner



Uno dei miei hobby preferiti è tormentarmi sui miei errori e sulle mie mancanze.
Non è molto divertente essere me, nel caso ve lo stiate chiedendo.
Il quaderno della gratitudine, il voler pensare positivo, tutto importantissimo. Io ora cerco di pensare  a quello che non sono in grado di fare non per farmi gratuitamente del male ma per cercare di imparare dalle mie esperienze non necessariamente positive e per concentrarmi su quello che non so fare nella speranza ci sia anche solo un minimo di margine di miglioramento. 
C'è un elenco di cose su cui vorrei sapere di più e un altro di cose che vorrei aver capito prima.
Ora scrivo le prime che mi vengono in mente qui così posso comodamente venire a rileggermele quando voglio farmi del male.



Come si chiama quando un rossetto ti piace così tanto che lo prendi con due back2mac perché la prima volta vai con l'intento di prendere proprio quello e la seconda hai poco tempo, vai di fretta lo vedi e dici "che meraviglia questo colore dai prendo questo" e poi a casa ti accorgi che ce l'hai già?
Si chiama Velvet Teddy, ecco come.
Potrei dirvi di essere semplicemente una persona distratta -lo sono- ma mi sento giustificata dal fatto che è veramente uno dei rossetti che utilizzo di più e non è poi così male averne due.
Oggi post che è più una dichiarazione d'amore, praticamente. 

Review: MAC Cosmetics Velvet Teddy




Come si chiama quando un rossetto ti piace così tanto che lo prendi con due back2mac perché la prima volta vai con l'intento di prendere proprio quello e la seconda hai poco tempo, vai di fretta lo vedi e dici "che meraviglia questo colore dai prendo questo" e poi a casa ti accorgi che ce l'hai già?
Si chiama Velvet Teddy, ecco come.
Potrei dirvi di essere semplicemente una persona distratta -lo sono- ma mi sento giustificata dal fatto che è veramente uno dei rossetti che utilizzo di più e non è poi così male averne due.
Oggi post che è più una dichiarazione d'amore, praticamente. 


Come vi dicevo qualche post fa sono sempre meno i blog che leggo assiduamente ma tra questi c'è sicuramente My Women Stuff.
Nell'articolo pubblicato oggi Paris B ha parlato di tre cose per cui è grata e io ho pensato di prendere ispirazione dal suo post per farne uno a tema.
Nello stesso modo sottolineato da lei anche io mi domando perché ci affanniamo tanto a adottare la pratica del Black Friday ma meno a prendere spunto da una festa che non ci appartiene per prenderci un momento per dire grazie.

Gratitudine, anche senza il tacchino


Come vi dicevo qualche post fa sono sempre meno i blog che leggo assiduamente ma tra questi c'è sicuramente My Women Stuff.
Nell'articolo pubblicato oggi Paris B ha parlato di tre cose per cui è grata e io ho pensato di prendere ispirazione dal suo post per farne uno a tema.
Nello stesso modo sottolineato da lei anche io mi domando perché ci affanniamo tanto a adottare la pratica del Black Friday ma meno a prendere spunto da una festa che non ci appartiene per prenderci un momento per dire grazie.
La dipendenza da burrocacao è più comune di quel che si possa pensare.
Peggio, la dipendenza dall'acquistarne.
Sono molto spesso carinissimi, in bei packaging colorati, costano sempre relativamente poco.
Con queste tre motivazioni ben chiare in testa negli anni ne ho comprati così tanti da non doverne più  prendere di nuovi per almeno quattro anni.
Li ho piano piano smaltiti quasi tutti ma ultimamente ci sono ricascata, acquistandone tre da DM.

Review: Balea Lip Balm in Minty Melon, White Chocolate & Pink Grapefruit

La dipendenza da burrocacao è più comune di quel che si possa pensare.
Peggio, la dipendenza dall'acquistarne.
Sono molto spesso carinissimi, in bei packaging colorati, costano sempre relativamente poco.
Con queste tre motivazioni ben chiare in testa negli anni ne ho comprati così tanti da non doverne più  prendere di nuovi per almeno quattro anni.
Li ho piano piano smaltiti quasi tutti ma ultimamente ci sono ricascata, acquistandone tre da DM.
La trilogia His Dark Materials di Philip Pullman è tra le cose più belle che abbia mai letto.
Non penso sia neanche riducibile a un fantasy onestamente, fa riflettere su così tanti argomenti che dovrebbe essere una lettura obbligatoria nelle scuole (altro che bandito come è successo diversi anni fa).
Da questi tre libri è stato tratto un film che a me personalmente non è proprio piaciuto.
Non ai livelli di bruttezza di quello tratto da Eragon ma un grande budget, grandi attori, grandi effetti speciali per un risultato decisamente deludente.

Books: The Book Of Dust: La Belle Sauvage & The Secret Commonwealth

La trilogia His Dark Materials di Philip Pullman è tra le cose più belle che abbia mai letto.
Non penso sia neanche riducibile a un fantasy onestamente, fa riflettere su così tanti argomenti che dovrebbe essere una lettura obbligatoria nelle scuole (altro che bandito come è successo diversi anni fa).
Da questi tre libri è stato tratto un film che a me personalmente non è proprio piaciuto.
Non ai livelli di bruttezza di quello tratto da Eragon ma un grande budget, grandi attori, grandi effetti speciali per un risultato decisamente deludente.

Secondo post sulla collezione invernale di Faby International.
Qualche giorno fa vi ho presentato Fearless, oggi è il turno di I know what is best.

NOTD: Faby International I know what is Best


Secondo post sulla collezione invernale di Faby International.
Qualche giorno fa vi ho presentato Fearless, oggi è il turno di I know what is best.



Uno dei blog che ho amato di più di sempre è stato quello di Liz, Beauty Reductionista.
Io ero ancora nel pieno della fase accumulo di make-up e skincare ma il suo progetto mi affascinava tantissimo, probabilmente anche perché scriveva veramente tanto tanto bene.
Scrivere post di prodotti finiti così frequentemente mi fa sempre pensare a lei e alla sua costanza nello smaltire quello che aveva.
Il makeup rimane lo scoglio più grande ma mi ricordo sempre che non devo per forza finire tutto entro un anno o un'altra scadenza arbitraria, né devo regalare per forza anche le mie palette preferite.
Sono tante cose è vero ma mi permettono di cambiare spesso e non annoiarmi, piano piano finirò anche degli ombretti.

Empties! - 57 -




Uno dei blog che ho amato di più di sempre è stato quello di Liz, Beauty Reductionista.
Io ero ancora nel pieno della fase accumulo di make-up e skincare ma il suo progetto mi affascinava tantissimo, probabilmente anche perché scriveva veramente tanto tanto bene.
Scrivere post di prodotti finiti così frequentemente mi fa sempre pensare a lei e alla sua costanza nello smaltire quello che aveva.
Il makeup rimane lo scoglio più grande ma mi ricordo sempre che non devo per forza finire tutto entro un anno o un'altra scadenza arbitraria, né devo regalare per forza anche le mie palette preferite.
Sono tante cose è vero ma mi permettono di cambiare spesso e non annoiarmi, piano piano finirò anche degli ombretti.

Per questo post dovete immaginarmi con gli occhiali di papà castoro anche perché da quasi due mesi ho smesso di mettere le lenti a contatto quindi mi sembra abbastanza appropriato.
Metto subito le mani avanti: quello che vi dirò oggi è inutile.
Non è una lezione, non è una polemica, non è una tesi frutto di osservazione scientifica.
È il racconto di come ho visto cambiare il mondo del beauty tra forum, blog, YouTube, Facebook, instagram e come sto attendendo il product placement di un rossetto in un video Tik Tok.

(beauty)Influencing trough the years: dai blog alle stories


Per questo post dovete immaginarmi con gli occhiali di papà castoro anche perché da quasi due mesi ho smesso di mettere le lenti a contatto quindi mi sembra abbastanza appropriato.
Metto subito le mani avanti: quello che vi dirò oggi è inutile.
Non è una lezione, non è una polemica, non è una tesi frutto di osservazione scientifica.
È il racconto di come ho visto cambiare il mondo del beauty tra forum, blog, YouTube, Facebook, instagram e come sto attendendo il product placement di un rossetto in un video Tik Tok.


Giusto qualche post fa vi dicevo che sto facendo molte meno maschere rispetto a prima.
Tra il cambio di alimentazione e il trattamento alla cheratina i miei capelli sono veramente in grandissima forma e ne sento meno l'esigenza.
Questo non vuol dire che debba evitare di fare in toto anche perché ho questo prodotto di Garnier che mi guarda da bordo vasca e che voglio continuare ad utilizzare e terminare.
Ne ho già usata una confezione tempo fa e l'ho nominato nei prodotti finiti qui, penso però che valga la pena di farne un post dedicato.

Review: Garnier Hair Food Macadamia Lisciante



Giusto qualche post fa vi dicevo che sto facendo molte meno maschere rispetto a prima.
Tra il cambio di alimentazione e il trattamento alla cheratina i miei capelli sono veramente in grandissima forma e ne sento meno l'esigenza.
Questo non vuol dire che debba evitare di fare in toto anche perché ho questo prodotto di Garnier che mi guarda da bordo vasca e che voglio continuare ad utilizzare e terminare.
Ne ho già usata una confezione tempo fa e l'ho nominato nei prodotti finiti qui, penso però che valga la pena di farne un post dedicato.

Ah, le unghie.
Se posso dire di aver imparato a truccarmi quasi bene dopo tanti anni e tanti troppi pennelli comprati non lo stesso posso dire per quanto riguarda il mondo degli smalti.
Non so fare niente di particolarmente fancy ma allo stesso tempo per me averle sempre in ordine è fondamentale.
Faccio un lavoro per cui ci tengo particolarmente ad avere le mani curate ma è proprio facendolo che mi si rovinano facilmente.
Oggi vi faccio vedere lo smalto che indosso oggi, parte della collezione Character di Faby.

NOTD: Faby International Fearless


Ah, le unghie.
Se posso dire di aver imparato a truccarmi quasi bene dopo tanti anni e tanti troppi pennelli comprati non lo stesso posso dire per quanto riguarda il mondo degli smalti.
Non so fare niente di particolarmente fancy ma allo stesso tempo per me averle sempre in ordine è fondamentale.
Faccio un lavoro per cui ci tengo particolarmente ad avere le mani curate ma è proprio facendolo che mi si rovinano facilmente.
Oggi vi faccio vedere lo smalto che indosso oggi, parte della collezione Character di Faby.

Siamo a novembre e io ho inaugurato con molta gioia una rubrica a MAGGIO di cui poi ho fatto solo un post. Sono tremenda, lo so.
Però ho così tanti bei rossetti che è un peccato non parlarne quindi a botte di quattro post all'anno forse nel 2050 ho parlato di tutti.
Parlerò inevitabilmente anche di prodotti che non sono più in vendita ma abbiate pazienza, il mio blog ormai è un portale sul passato cosmetico.

Shop my (lipstick) Stash: Bitch Please Mulac Cosmetics


Siamo a novembre e io ho inaugurato con molta gioia una rubrica a MAGGIO di cui poi ho fatto solo un post. Sono tremenda, lo so.
Però ho così tanti bei rossetti che è un peccato non parlarne quindi a botte di quattro post all'anno forse nel 2050 ho parlato di tutti.
Parlerò inevitabilmente anche di prodotti che non sono più in vendita ma abbiate pazienza, il mio blog ormai è un portale sul passato cosmetico.

Vi state chiedendo se la smetterò mai di scrivere post di prodotti finiti? Quando finirò tutte le scorte penso quindi verosimilmente mai, scusate.
Nel post di oggi vi faccio vedere dei veri e propri cimeli, cose che ho da così tanto tempo che ho esitato ad utilizzare nell'ultimo periodo. 

More empties! - 56 -


Vi state chiedendo se la smetterò mai di scrivere post di prodotti finiti? Quando finirò tutte le scorte penso quindi verosimilmente mai, scusate.
Nel post di oggi vi faccio vedere dei veri e propri cimeli, cose che ho da così tanto tempo che ho esitato ad utilizzare nell'ultimo periodo. 

Tre sabati fa ho passato circa tre ore a svuotare la mansarda a casa dei miei. 
Vivo a Lugano da tre anni e prima ho vissuto un paio d’anni a Milano. Nella camera e nella cabina armadio a Bergamo era rimasto molto poco ma in quelle ore sono riuscita comunque a riempire diversi sacchi neri tra cose da buttare e qualcosa che si poteva regalare.
Mi sono resa conto di come siano cambiate le mie abitudini in fatto di acquisti e ho pensato di farci un post, sempre con l’enorme premessa che è solo la mia opinione ecc. ecc.
Altro nota bene grande come una casa prima di trovarmi commenti spiacevoli: io sono e rimango una persona privilegiata. Ho da mangiare, posso comprarmi i farmaci se ne ho bisogno, ho una casa. Non è una “poor rich girl” story, è il racconto di un cambiamento di abitudini e di come le ho affrontate e quanto mi ha insegnato questa esperienza. 

Frugality e Minimalism aka Smettere di spendere soldi dopo averne spesi troppi per troppo tempo


Tre sabati fa ho passato circa tre ore a svuotare la mansarda a casa dei miei. 
Vivo a Lugano da tre anni e prima ho vissuto un paio d’anni a Milano. Nella camera e nella cabina armadio a Bergamo era rimasto molto poco ma in quelle ore sono riuscita comunque a riempire diversi sacchi neri tra cose da buttare e qualcosa che si poteva regalare.
Mi sono resa conto di come siano cambiate le mie abitudini in fatto di acquisti e ho pensato di farci un post, sempre con l’enorme premessa che è solo la mia opinione ecc. ecc.
Altro nota bene grande come una casa prima di trovarmi commenti spiacevoli: io sono e rimango una persona privilegiata. Ho da mangiare, posso comprarmi i farmaci se ne ho bisogno, ho una casa. Non è una “poor rich girl” story, è il racconto di un cambiamento di abitudini e di come le ho affrontate e quanto mi ha insegnato questa esperienza. 
Ti amo Nathan W. Pyle e ho preordinato il tuo libro, ordinatelo qui



Venerdì scorso ho finito il mio percorso di correzione con invisalign e se a questo inizio di frase avete detto “eh?” probabilmente questo post non vi interesserà molto.
Invisalign è un sistema di correzione dei denti -informazioni specifiche su come funziona qui- ed è quello che ho deciso di fare io su consiglio del mio dentista per sistemare i miei problemi.
Questo post non è fatto per spiegare come fa a sistemarvi i denti (nella mia testa ci sono le fatine dei denti che li spostano nella notte) ma com’è stata la mia esperienza.
Ho ricevuto tantissime domande su come mi sono trovata e invece di continuare a fare audio chilometrici ho pensato fosse meglio scriverci un post, non sponsorizzato ma frutto della mia esperienza con il metodo.

Invisalign: La mia esperienza.

Ti amo Nathan W. Pyle e ho preordinato il tuo libro, ordinatelo qui



Venerdì scorso ho finito il mio percorso di correzione con invisalign e se a questo inizio di frase avete detto “eh?” probabilmente questo post non vi interesserà molto.
Invisalign è un sistema di correzione dei denti -informazioni specifiche su come funziona qui- ed è quello che ho deciso di fare io su consiglio del mio dentista per sistemare i miei problemi.
Questo post non è fatto per spiegare come fa a sistemarvi i denti (nella mia testa ci sono le fatine dei denti che li spostano nella notte) ma com’è stata la mia esperienza.
Ho ricevuto tantissime domande su come mi sono trovata e invece di continuare a fare audio chilometrici ho pensato fosse meglio scriverci un post, non sponsorizzato ma frutto della mia esperienza con il metodo.


L’apertura di DM in Italia per me è stata una grandissima gioia. Uno dei primi motivi è che non c’è la musica e starmene venti minuti in un ambiente non troppo caotico e potermi guardare con calma gli ingredienti delle cose è una benedizione.
DM è una sorta di Acqua e Sapone tedesco ma, per quanto mi riguarda, mille volte meglio.
Ci compro di tutto, dai detersivi per la casa alle proteine vegane. La linea Balea dedicata alla cura di pelle e capelli però è quella che mi ha dato più soddisfazione, inaspettatamente.
I prodotti che ho ricomprato più volte in assoluto sono shampoo e balsamo della linea all’acqua di cocco e oggi vi parlo di questi.


Mi ha sicuramente attirato il prezzo più che conveniente: 0,99 per lo shampoo e 0,99 per il balsamo.
Ho provato nei mesi quasi tutti gli shampoo della linea, mi ricordano gli Ultradolce di Garnier per packaging e varietà di profumazioni ma la resa è migliore secondo me.
Dopo diverse prove sono giunta alla conclusione che questa linea è la mia preferita e ne sono così convinta che l’ho presa da provare anche per una mia amica, certa che le piaceranno tantissimo.
Piccola premessa sui miei capelli.
Ho fatto la cheratina per la terza volta a luglio e sono sempre più lunghi.
Sono leggermente secchi sulle lunghezze, tendono a sporcarsi un po’ più facilmente da quando ho rifatto il trattamento, la cute non ha nessuna problematica particolare.
Io mi alleno in media tre volte a settimana, niente di pazzesco per carità, però sento l’esigenza di lavarli più spesso rispetto a quando il mio unico hobby era leggere mangiando toast al formaggio che mi faceva la mia tata Attila.
Il profumo di cocco c’è ed è buonissimo. È chimico? Beh, sì. Però lo trovo veramente buono e rimane veramente a lungo, fino quasi al lavaggio successivo.
La consistenza di entrambi i prodotti è perfetta per i miei gusti. Lo shampoo è liquido ma non troppo da scivolare in mano, il balsamo è cremoso ma non pastoso.
Lo shampoo è leggero ma efficace, basta veramente poco prodotto per lavare bene ma non lascia i capelli né pesanti né eccessivamente sgrassati.
È veramente raro che io me li lavi da sporchi sporchi perché sono pazza e me li laverei ogni giorno   se avesse un senso ma mi è capitato di usarlo dopo aver girato per treni e metropolitane aka i posti più sporchi del mondo ed è comunque bastato poco per averli perfetti.

Il balsamo districa alla perfezione e lascia i capelli morbidissimi.
I capelli sono lucidi ma per questo penso che il merito sia più che altro della cheratina che di quello che uso per lavarli.
I capelli mi durano puliti perfetti per tre giorni, il quarto lo posso sopportare se per qualche imprevisto non posso lavarli ma al quinto per forza.
Non penso di aver ricomprato così tante volte uno shampoo e un balsamo, li tengo anche a Bergamo dai miei e sono veramente i miei preferiti. Fanno il loro dovere, profumano, sono carini da vedere, costano poco.
Mi rendo conto di avere delle esigenze piuttosto basiche perché sono fortunata con la mia chioma (i miglioramenti più grandi li ho avuti con l’alimentazione, c’è poco da fare) ma proprio per questo mi sentirei stupida a spendere di più per la cura quotidiana ecco.
Mi sento anche di consigliarveli se avete un DM vicino, con un prezzo così piccolo se proprio non vi ci trovate potete usarli per i pennelli senza troppi senza di colpa.
Qual è il vostro shampoo del cuore?

Review: Balea Cocos Wassher Shampoo e Balsamo



L’apertura di DM in Italia per me è stata una grandissima gioia. Uno dei primi motivi è che non c’è la musica e starmene venti minuti in un ambiente non troppo caotico e potermi guardare con calma gli ingredienti delle cose è una benedizione.
DM è una sorta di Acqua e Sapone tedesco ma, per quanto mi riguarda, mille volte meglio.
Ci compro di tutto, dai detersivi per la casa alle proteine vegane. La linea Balea dedicata alla cura di pelle e capelli però è quella che mi ha dato più soddisfazione, inaspettatamente.
I prodotti che ho ricomprato più volte in assoluto sono shampoo e balsamo della linea all’acqua di cocco e oggi vi parlo di questi.


Mi ha sicuramente attirato il prezzo più che conveniente: 0,99 per lo shampoo e 0,99 per il balsamo.
Ho provato nei mesi quasi tutti gli shampoo della linea, mi ricordano gli Ultradolce di Garnier per packaging e varietà di profumazioni ma la resa è migliore secondo me.
Dopo diverse prove sono giunta alla conclusione che questa linea è la mia preferita e ne sono così convinta che l’ho presa da provare anche per una mia amica, certa che le piaceranno tantissimo.
Piccola premessa sui miei capelli.
Ho fatto la cheratina per la terza volta a luglio e sono sempre più lunghi.
Sono leggermente secchi sulle lunghezze, tendono a sporcarsi un po’ più facilmente da quando ho rifatto il trattamento, la cute non ha nessuna problematica particolare.
Io mi alleno in media tre volte a settimana, niente di pazzesco per carità, però sento l’esigenza di lavarli più spesso rispetto a quando il mio unico hobby era leggere mangiando toast al formaggio che mi faceva la mia tata Attila.
Il profumo di cocco c’è ed è buonissimo. È chimico? Beh, sì. Però lo trovo veramente buono e rimane veramente a lungo, fino quasi al lavaggio successivo.
La consistenza di entrambi i prodotti è perfetta per i miei gusti. Lo shampoo è liquido ma non troppo da scivolare in mano, il balsamo è cremoso ma non pastoso.
Lo shampoo è leggero ma efficace, basta veramente poco prodotto per lavare bene ma non lascia i capelli né pesanti né eccessivamente sgrassati.
È veramente raro che io me li lavi da sporchi sporchi perché sono pazza e me li laverei ogni giorno   se avesse un senso ma mi è capitato di usarlo dopo aver girato per treni e metropolitane aka i posti più sporchi del mondo ed è comunque bastato poco per averli perfetti.

Il balsamo districa alla perfezione e lascia i capelli morbidissimi.
I capelli sono lucidi ma per questo penso che il merito sia più che altro della cheratina che di quello che uso per lavarli.
I capelli mi durano puliti perfetti per tre giorni, il quarto lo posso sopportare se per qualche imprevisto non posso lavarli ma al quinto per forza.
Non penso di aver ricomprato così tante volte uno shampoo e un balsamo, li tengo anche a Bergamo dai miei e sono veramente i miei preferiti. Fanno il loro dovere, profumano, sono carini da vedere, costano poco.
Mi rendo conto di avere delle esigenze piuttosto basiche perché sono fortunata con la mia chioma (i miglioramenti più grandi li ho avuti con l’alimentazione, c’è poco da fare) ma proprio per questo mi sentirei stupida a spendere di più per la cura quotidiana ecco.
Mi sento anche di consigliarveli se avete un DM vicino, con un prezzo così piccolo se proprio non vi ci trovate potete usarli per i pennelli senza troppi senza di colpa.
Qual è il vostro shampoo del cuore?
Sto leggendo tantissimo ultimamente. Però praticamente solo sul kindle, da mesi.
(Vale la pena nel 2019 di fare un post kindle vs. libri tradizionali?)
Mettendo ordine nelle bozze però ho trovato questa di tre libri che credo si possano riunire sotto l'etichetta del genere Young Adult pur essendo piuttosto diversi tra di loro.
Non so onestamente quanto possa interessarvi e non so quanto sia interessante il mio parere dato che non sono young adult più da un pezzo però chissà.

Books: Girl in Pieces | The Hate U Give: Thug | Wonder

Sto leggendo tantissimo ultimamente. Però praticamente solo sul kindle, da mesi.
(Vale la pena nel 2019 di fare un post kindle vs. libri tradizionali?)
Mettendo ordine nelle bozze però ho trovato questa di tre libri che credo si possano riunire sotto l'etichetta del genere Young Adult pur essendo piuttosto diversi tra di loro.
Non so onestamente quanto possa interessarvi e non so quanto sia interessante il mio parere dato che non sono young adult più da un pezzo però chissà.

Fondotinta che passione, da sempre e per sempre.
In tanti ho parlato di tanti, tantissimi fondotinta. Ne ho provati una marea e so bene cosa mi piace e cosa piace alla mia pelle.
Ho usato prodotti di alta gamma e alcuni iper economici, trovandone di ottimi in entrambe le categorie e rimanendo delusa sia da fondotinta da pochi euro che da alcuni da oltre cinquanta.
Non cerco sempre le stesse caratteristiche in un prodotto per la base. Mi piace indossare qualcosa di molto coprente e opaco per un evento serale, preferisco qualcosa di leggero per tutti i giorni.
Ho la fortuna di avere una bella pelle -qualche zona secca che però tengo più che a bada con la giusta skincare, quindi è oggettivamente piuttosto facile per me trovare un prodotto con cui trovarmi bene.

Review: Wet n Wild Photofocus Foundation


Fondotinta che passione, da sempre e per sempre.
In tanti ho parlato di tanti, tantissimi fondotinta. Ne ho provati una marea e so bene cosa mi piace e cosa piace alla mia pelle.
Ho usato prodotti di alta gamma e alcuni iper economici, trovandone di ottimi in entrambe le categorie e rimanendo delusa sia da fondotinta da pochi euro che da alcuni da oltre cinquanta.
Non cerco sempre le stesse caratteristiche in un prodotto per la base. Mi piace indossare qualcosa di molto coprente e opaco per un evento serale, preferisco qualcosa di leggero per tutti i giorni.
Ho la fortuna di avere una bella pelle -qualche zona secca che però tengo più che a bada con la giusta skincare, quindi è oggettivamente piuttosto facile per me trovare un prodotto con cui trovarmi bene.


Circa tre anni fa promettevo a una lettrice che avrei fatto un post sui miei alcolici preferiti. 
In questi tre anni ho praticamente smesso di bere se non in rarissime occasioni. Non mi piace particolarmente come mi fa sentire l'alcool il giorno dopo quindi lo riservo veramente a qualche giorno all'anno. Giorno in cui poi tendenzialmente esagero non reggendo più niente e mi passa ancora di più la voglia di bere e così via.
Però le promesse vanno mantenute e quindi oggi ecco qua il post più inutile della storia.

Le cinque bevande alcoliche preferite di una (quasi) astemia.



Circa tre anni fa promettevo a una lettrice che avrei fatto un post sui miei alcolici preferiti. 
In questi tre anni ho praticamente smesso di bere se non in rarissime occasioni. Non mi piace particolarmente come mi fa sentire l'alcool il giorno dopo quindi lo riservo veramente a qualche giorno all'anno. Giorno in cui poi tendenzialmente esagero non reggendo più niente e mi passa ancora di più la voglia di bere e così via.
Però le promesse vanno mantenute e quindi oggi ecco qua il post più inutile della storia.

I prodotti per prendersi cura della pelle sono sempre di più i miei preferiti, avere la pelle del viso perfetta per me è imbattibile.
Sono stata sempre piuttosto fortunata sotto questo punto di vista, anche in adolescenza non ho mai avuto grandi problemi.
Ho qualche z
I giorni che ho passato fuori casa però mi hanno decisamente scombussolata.
Pelle iper secca, qualche imperfezione. Diversi fattori hanno contribuito. Ho mangiato cose fritte, non avevo i prodotti adatti per ogni passaggio (Bea non leggere), ho cambiato quattro città in dieci giorni con conseguenti spostamenti.
Sono tornata a casa con la voglia di mettere a posto la mia pelle e oltre a tornare alla mia routine (anche alimentare) questi sono i prodotti con cui ho composto i miei passaggi quotidiani mattino e sera.
È una routine veramente molto basica, ho preferito non bombardare la pelle stressata ma limitarmi al minimo indispensabile. Sono tutti prodotti testati da molto tempo e in alcuni casi ricomprati.

Day&Night Skincare Routine


I prodotti per prendersi cura della pelle sono sempre di più i miei preferiti, avere la pelle del viso perfetta per me è imbattibile.
Sono stata sempre piuttosto fortunata sotto questo punto di vista, anche in adolescenza non ho mai avuto grandi problemi.
Ho qualche z
I giorni che ho passato fuori casa però mi hanno decisamente scombussolata.
Pelle iper secca, qualche imperfezione. Diversi fattori hanno contribuito. Ho mangiato cose fritte, non avevo i prodotti adatti per ogni passaggio (Bea non leggere), ho cambiato quattro città in dieci giorni con conseguenti spostamenti.
Sono tornata a casa con la voglia di mettere a posto la mia pelle e oltre a tornare alla mia routine (anche alimentare) questi sono i prodotti con cui ho composto i miei passaggi quotidiani mattino e sera.
È una routine veramente molto basica, ho preferito non bombardare la pelle stressata ma limitarmi al minimo indispensabile. Sono tutti prodotti testati da molto tempo e in alcuni casi ricomprati.


A maggio sono quattro anni che ho smesso di mangiare carne. Ho usato la scusa della dieta che mi sono fatta fare dalla nutrizionista per fare il salto che volevo fare da un po'.
Nella stessa occasione mi è stata diagnosticata l'intolleranza al lattosio e quindi su suggerimento della persona che mi seguiva ho tolto i latticini e la carne ma non anche il pesce come avrei voluto.
Oggi ho voglia di parlarvi del mio percorso in ambito di derivati animali e vari.
La premessa scontata ma che è comunque meglio fare è che le scelte in ambito di alimentazione sono personalissime.
Io non mi sento di voler convertire nessuno, mi piace parlarne con (quasi) tutti ma sempre senza presunzione.
Questo post racconta solo ed esclusivamente il mio punto di vista e la mia esperienza senza nessun tipo di pretesa oltre a quella di voler condividere questa parte di me con voi.

Alimentazione, "mangia un po' di pollo", Beyond Meat e bla bla bla


A maggio sono quattro anni che ho smesso di mangiare carne. Ho usato la scusa della dieta che mi sono fatta fare dalla nutrizionista per fare il salto che volevo fare da un po'.
Nella stessa occasione mi è stata diagnosticata l'intolleranza al lattosio e quindi su suggerimento della persona che mi seguiva ho tolto i latticini e la carne ma non anche il pesce come avrei voluto.
Oggi ho voglia di parlarvi del mio percorso in ambito di derivati animali e vari.
La premessa scontata ma che è comunque meglio fare è che le scelte in ambito di alimentazione sono personalissime.
Io non mi sento di voler convertire nessuno, mi piace parlarne con (quasi) tutti ma sempre senza presunzione.
Questo post racconta solo ed esclusivamente il mio punto di vista e la mia esperienza senza nessun tipo di pretesa oltre a quella di voler condividere questa parte di me con voi.
Di nuovo prodotti finiti e potrei o non potrei averne un altro nelle bozze.
Vorrei tanto smaltire più make-up ma oltre a truccarmi ogni giorno non saprei bene come fare. L'unico prodotto che verosimilmente potrei finire a breve è una matita labbra, niente di che.
Un metodo sarebbe usare ogni giorno la stessa palette o lo stesso ombretto ma penso anche che mi annoierei a morte. First world problems, lo so bene.

Empties! - 55 -

Di nuovo prodotti finiti e potrei o non potrei averne un altro nelle bozze.
Vorrei tanto smaltire più make-up ma oltre a truccarmi ogni giorno non saprei bene come fare. L'unico prodotto che verosimilmente potrei finire a breve è una matita labbra, niente di che.
Un metodo sarebbe usare ogni giorno la stessa palette o lo stesso ombretto ma penso anche che mi annoierei a morte. First world problems, lo so bene.

Quando mi chiedono come sto io rispondo quasi sempre stanca. A volte rispondo esausta.
Gli ultimi mesi sono stati difficili, gli ultimi anni sono stati difficili.
Sono incastrata in una serie di situazioni complesse che mi stanno portando ad esaurire veramente le energie. 
Mi sono anche resa conto però che non per forza deve essere così. Non posso salvare il mondo e sicuramente al mondo non interessa salvare me. 
Sono tornata da qualche giorno da una mini vacanza in cui ho passato del tempo con alcune delle persone che più contano nella mia vita e in questi mesi ho passato qualche bella giornata, tra un massacro e l'altro. 
Domani è di nuovo autunno, il 25 compio 28 anni. 
Ho sempre più domande su quello che realmente voglio fare nella vita e su come voglio viverla, sicuramente ho imparato come NON voglio viverla più.
Quest'estate (di merda complessivamente, diciamocelo) mi ha ricordato anche tante cose importanti e oggi voglio scrivere questo post per essere certa di non dimenticarmene più e per celebrare tutto il bello che c'è nella mia vita. 
Settembre è capodanno per me, da sempre. Quindi ricomincio da quello che amo, con pazienza e senza paura di fare (ancora) fatica.

Martirio, amore, stanchezza e altre cose dell'estate 2019.


Quando mi chiedono come sto io rispondo quasi sempre stanca. A volte rispondo esausta.
Gli ultimi mesi sono stati difficili, gli ultimi anni sono stati difficili.
Sono incastrata in una serie di situazioni complesse che mi stanno portando ad esaurire veramente le energie. 
Mi sono anche resa conto però che non per forza deve essere così. Non posso salvare il mondo e sicuramente al mondo non interessa salvare me. 
Sono tornata da qualche giorno da una mini vacanza in cui ho passato del tempo con alcune delle persone che più contano nella mia vita e in questi mesi ho passato qualche bella giornata, tra un massacro e l'altro. 
Domani è di nuovo autunno, il 25 compio 28 anni. 
Ho sempre più domande su quello che realmente voglio fare nella vita e su come voglio viverla, sicuramente ho imparato come NON voglio viverla più.
Quest'estate (di merda complessivamente, diciamocelo) mi ha ricordato anche tante cose importanti e oggi voglio scrivere questo post per essere certa di non dimenticarmene più e per celebrare tutto il bello che c'è nella mia vita. 
Settembre è capodanno per me, da sempre. Quindi ricomincio da quello che amo, con pazienza e senza paura di fare (ancora) fatica.

Quando mi hanno proposto di provare i prodotti della linea Resultime al collagene ho detto sì quasi immediatamente.
Se con il passare del tempo la voglia di make-up è decisamente diminuita quella di trovare i prodotti per la mia skincare routine perfetta aumenta ogni giorno di più.
Oggi vi parlo dell'Essenza Lisciante Collagene e del Gel-Siero Collagene, dopo averli provati e averne visto gli effetti su di me sul breve e medio termine.

Review: Resultime Linea al Collagene

Quando mi hanno proposto di provare i prodotti della linea Resultime al collagene ho detto sì quasi immediatamente.
Se con il passare del tempo la voglia di make-up è decisamente diminuita quella di trovare i prodotti per la mia skincare routine perfetta aumenta ogni giorno di più.
Oggi vi parlo dell'Essenza Lisciante Collagene e del Gel-Siero Collagene, dopo averli provati e averne visto gli effetti su di me sul breve e medio termine.

Ma io ve l'ho detto che da qualche mese ho la tv?
Dopo anni di serie viste solo sullo schermo del MacBook sono tornata al lato oscuro. Non la uso come una tv normale ma esclusivamente con il fire stick di Amazon, quindi Netflix e Prime Video.
Non mi piacciono i programmi che non siano serie o documentari e mi rendo conto che quando mi è capitato di guardarne qualcuno mi sembra di perdere tempo ma non riesco a smettere senza che mi rimanga nulla o che mi incuriosiscano realmente quindi ecco, questo limite autoimposto funziona alla grande.
Ecco farei un'eccezione per Real Time, mi concederei volentieri un'ora di Real Time al giorno.
Oggi parliamo di alcune delle serie che ho visto negli ultimi mesi, pronte?

Netflix&Chill


Ma io ve l'ho detto che da qualche mese ho la tv?
Dopo anni di serie viste solo sullo schermo del MacBook sono tornata al lato oscuro. Non la uso come una tv normale ma esclusivamente con il fire stick di Amazon, quindi Netflix e Prime Video.
Non mi piacciono i programmi che non siano serie o documentari e mi rendo conto che quando mi è capitato di guardarne qualcuno mi sembra di perdere tempo ma non riesco a smettere senza che mi rimanga nulla o che mi incuriosiscano realmente quindi ecco, questo limite autoimposto funziona alla grande.
Ecco farei un'eccezione per Real Time, mi concederei volentieri un'ora di Real Time al giorno.
Oggi parliamo di alcune delle serie che ho visto negli ultimi mesi, pronte?

In pochi anni mi sembra che la mia vita sia cambiata moltissimo, sotto tanti aspetti.
Il lato beauty della mia vita non è stato esente da questo cambiamento. Un po' ve ne siete accorti seguendomi, credo.
Non ci sono più mega haul, non ho più voglia di accumulare mille prodotti inutili. Ho modificato anche un po' quello che acquisto.
Compro ancora qualcosa di low cost ma cerco anche di andare un'occhiata agli ingredienti dei prodotti e di prediligere ciò che davvero funziona e non ha solo un bel packaging.
Vi stare chiedendo cosa abbia a che fare con la Myrtilla Box questo preambolo? Ci arrivo, promesso.

Myrtilla Box: July


In pochi anni mi sembra che la mia vita sia cambiata moltissimo, sotto tanti aspetti.
Il lato beauty della mia vita non è stato esente da questo cambiamento. Un po' ve ne siete accorti seguendomi, credo.
Non ci sono più mega haul, non ho più voglia di accumulare mille prodotti inutili. Ho modificato anche un po' quello che acquisto.
Compro ancora qualcosa di low cost ma cerco anche di andare un'occhiata agli ingredienti dei prodotti e di prediligere ciò che davvero funziona e non ha solo un bel packaging.
Vi stare chiedendo cosa abbia a che fare con la Myrtilla Box questo preambolo? Ci arrivo, promesso.


Questa mattina una delle persone più importanti della mia vita mi ha fatto delle domande molto difficili e personali a cui non avrei neanche voluto pensare, figuriamoci rispondere, e non solo perché erano le sette e mi stavo vestendo cercando di capire cosa mettermi con la pioggia battente che ha benedetto questo lunedì di luglio.
Io odio parlare di quello che penso e di quello che provo. 
Posso blaterare per ore di argomenti senza troppa importanza ma chiedetemi anche solo come sto aspettandovi una risposta onesta e mi manderete in crisi.
Mi sono resa conto però che in questi mesi le cose sono cambiate tanto -tanto per me, forse per una persona normale non è granché-.

L'introspezione e altre cose spaventose.



Questa mattina una delle persone più importanti della mia vita mi ha fatto delle domande molto difficili e personali a cui non avrei neanche voluto pensare, figuriamoci rispondere, e non solo perché erano le sette e mi stavo vestendo cercando di capire cosa mettermi con la pioggia battente che ha benedetto questo lunedì di luglio.
Io odio parlare di quello che penso e di quello che provo. 
Posso blaterare per ore di argomenti senza troppa importanza ma chiedetemi anche solo come sto aspettandovi una risposta onesta e mi manderete in crisi.
Mi sono resa conto però che in questi mesi le cose sono cambiate tanto -tanto per me, forse per una persona normale non è granché-.
Continuo a scrivere di prodotti finiti perché continuano ad essere i post che mi vengono più facili, scusate.
Continuo anche a finire una quantità incredibile di cose quindi viva me!
Ho dovuto a un certo punto addirittura comprare un bagnoschiuma di corsa perché non ne avevo neanche uno di scorta, se penso alla me di qualche anno fa ne sono particolarmente fiera.

Empties! - 54 -

Continuo a scrivere di prodotti finiti perché continuano ad essere i post che mi vengono più facili, scusate.
Continuo anche a finire una quantità incredibile di cose quindi viva me!
Ho dovuto a un certo punto addirittura comprare un bagnoschiuma di corsa perché non ne avevo neanche uno di scorta, se penso alla me di qualche anno fa ne sono particolarmente fiera.



Smaltisco piano piano ma in modo inesorabile con mia grande gioia.
Nel post di oggi c'è decisamente più makeup del solito, me ne sono resa conto. Mi dispiace però dire che non sono tutti prodotti che ho effettivamente finito ma alcuni sono andati a male.
Ho fatto un'ulteriore pulizia dei miei prodotti, regalando tante cose e vedendomi costretta a buttare altre perché ormai inutilizzabili.
Io se siete d'accordo direi che smetto di comprare prodotti in crema. Mi ci trovo molto bene come tipologia ma si deteriorano troppo in fretta per una persona che ha così tante cose come me quindi ecco, basta.

Empties! - 53 -




Smaltisco piano piano ma in modo inesorabile con mia grande gioia.
Nel post di oggi c'è decisamente più makeup del solito, me ne sono resa conto. Mi dispiace però dire che non sono tutti prodotti che ho effettivamente finito ma alcuni sono andati a male.
Ho fatto un'ulteriore pulizia dei miei prodotti, regalando tante cose e vedendomi costretta a buttare altre perché ormai inutilizzabili.
Io se siete d'accordo direi che smetto di comprare prodotti in crema. Mi ci trovo molto bene come tipologia ma si deteriorano troppo in fretta per una persona che ha così tante cose come me quindi ecco, basta.


Non compro praticamente più e ve l'ho detto così tante volte che probabilmente avrete la nausea. È uno dei problemi principali per il blog: non ho cose nuove di cui parlare.
Ho però un sacco di cose meno nuove di cui negli anni non ho mai parlato. Negli ultimi giorni ho fatto un bel po' di pulizia nella mia collezione, regalando veramente tanti trucchi. 
Mi sono rimasti comunque così tanti prodotti da poterne usare ogni giorno di diversi.
Ho quindi pensato di fare dei post singoli su alcuni prodotti di cui non vi ho mai parlato, anche quando so che magari non sono più in circolazione.
Posso condividere qualche pensiero sul marchio e continuare a parlare di makeup nonostante mi sia impossibile tenere il passo con tutte le nuove uscite.
Principalmente parlerò di prodotti labbra credo, sono quelli oggettivamente più facili da fotografare addosso.
Iniziamo con un rossetto Marc Jacobs, il Dizzy Spell.

Shop my (lipstick) Stash: Marc Jacobs Beauty Dizzy Spell Lovemarc Lip Gel



Non compro praticamente più e ve l'ho detto così tante volte che probabilmente avrete la nausea. È uno dei problemi principali per il blog: non ho cose nuove di cui parlare.
Ho però un sacco di cose meno nuove di cui negli anni non ho mai parlato. Negli ultimi giorni ho fatto un bel po' di pulizia nella mia collezione, regalando veramente tanti trucchi. 
Mi sono rimasti comunque così tanti prodotti da poterne usare ogni giorno di diversi.
Ho quindi pensato di fare dei post singoli su alcuni prodotti di cui non vi ho mai parlato, anche quando so che magari non sono più in circolazione.
Posso condividere qualche pensiero sul marchio e continuare a parlare di makeup nonostante mi sia impossibile tenere il passo con tutte le nuove uscite.
Principalmente parlerò di prodotti labbra credo, sono quelli oggettivamente più facili da fotografare addosso.
Iniziamo con un rossetto Marc Jacobs, il Dizzy Spell.
Anche oggi prodotti finiti. Sta pericolosamente arrivando il momento in cui dovrò comprare una crema viso e qualche altro prodotto di cui non ho neanche mezzo backup, sono molto orgogliosa di questo piccolo stupido traguardo.
Vi racconto cos'ho finito in questo periodo, beandomene.

Empties! - 52 -

Anche oggi prodotti finiti. Sta pericolosamente arrivando il momento in cui dovrò comprare una crema viso e qualche altro prodotto di cui non ho neanche mezzo backup, sono molto orgogliosa di questo piccolo stupido traguardo.
Vi racconto cos'ho finito in questo periodo, beandomene.


Vivo a Lugano da due anni e mezzo. Mi fa strano scriverlo, mi fa strano pensarlo.
Sono arrivata qui per una scelta lavorativa di cui non mi pento -nonostante non sia stato per niente facile, anzi- e ho trovato una realtà piuttosto diversa da quella che ho lasciato.
Non sono un animale particolarmente socievole. Parlo tantissimo, parlo per ore, parlo con tutti.
Però faccio fatica a trovarmi realmente bene con qualcuno e ci ho messo mesi e mesi per trovare anche qui delle anime affini con cui davvero mi sentissi a mio agio. 
Ne è valsa la pena aspettare ma questa è un'altra storia.
Oggi vi parlo di un luogo a Lugano che mi ha tenuta compagnia quando mi sono sentita sola e che mi ha accolta quando avevo bisogno di stare sola.

(little) Things I Love: Parco Ciani



Vivo a Lugano da due anni e mezzo. Mi fa strano scriverlo, mi fa strano pensarlo.
Sono arrivata qui per una scelta lavorativa di cui non mi pento -nonostante non sia stato per niente facile, anzi- e ho trovato una realtà piuttosto diversa da quella che ho lasciato.
Non sono un animale particolarmente socievole. Parlo tantissimo, parlo per ore, parlo con tutti.
Però faccio fatica a trovarmi realmente bene con qualcuno e ci ho messo mesi e mesi per trovare anche qui delle anime affini con cui davvero mi sentissi a mio agio. 
Ne è valsa la pena aspettare ma questa è un'altra storia.
Oggi vi parlo di un luogo a Lugano che mi ha tenuta compagnia quando mi sono sentita sola e che mi ha accolta quando avevo bisogno di stare sola.
Se avessi le risorse per aprire un blog molto tematico (=soldi da spendere in una determinata categoria di prodotti) sarebbe certamente a tema fondotinta.
Il prodotto che amo di più, che più fa la differenza tra la mia faccia sbattuta e quella che faccio vedere al resto del mondo.
Non potendo parlare di tutti i fondotinta del mondo oggi vi parlo di quello che mi è stato inviato da Nabla, il Close-Up Futuristic Foundation e della Smoothing Pressed Powder lanciata contestualmente.
Piccola parentesi: non so cosa ho combinato con gli account gmail legati a blogger ma non riesco a rispondere ai commenti da un tot, non sono diventata stronza all'improvviso!
Quindi approfitto di questo post per "rassicurarvi": io il blog non lo mollo neanche per scherzo. Continuerò a tenervi compagnia fino a che avrò qualcosina da raccontarvi, che sia a tema beauty o cibo o pene d'amore.
Comunque, fondotinta.

Review: Nabla Cosmetics Close-Up Futuristic Foundation + Close Up Smoothing Pressed Powder

Se avessi le risorse per aprire un blog molto tematico (=soldi da spendere in una determinata categoria di prodotti) sarebbe certamente a tema fondotinta.
Il prodotto che amo di più, che più fa la differenza tra la mia faccia sbattuta e quella che faccio vedere al resto del mondo.
Non potendo parlare di tutti i fondotinta del mondo oggi vi parlo di quello che mi è stato inviato da Nabla, il Close-Up Futuristic Foundation e della Smoothing Pressed Powder lanciata contestualmente.
Piccola parentesi: non so cosa ho combinato con gli account gmail legati a blogger ma non riesco a rispondere ai commenti da un tot, non sono diventata stronza all'improvviso!
Quindi approfitto di questo post per "rassicurarvi": io il blog non lo mollo neanche per scherzo. Continuerò a tenervi compagnia fino a che avrò qualcosina da raccontarvi, che sia a tema beauty o cibo o pene d'amore.
Comunque, fondotinta.
Allora: ho il blocco della blogger.
Penso che la motivazione sia duplice:
-non ho prodotti nuovi di cui parlare né ho intenzione di comprarne per ora
-so che il blog è sempre meno letto
Non mi sto lamentando di nessuna delle due cose, sono semplicemente dati di fatto. Non voglio smettere di scrivere però, rimane un hobby che vorrei coltivare anche se non so più bene come farlo.
Continuo a parlare di prodotti finiti anche se so che non è un argomento particolarmente eccitante però hey, per ora c'è questo. Detto ciò, parliamo della mia spazzatura.

Empties! - 51 -

Allora: ho il blocco della blogger.
Penso che la motivazione sia duplice:
-non ho prodotti nuovi di cui parlare né ho intenzione di comprarne per ora
-so che il blog è sempre meno letto
Non mi sto lamentando di nessuna delle due cose, sono semplicemente dati di fatto. Non voglio smettere di scrivere però, rimane un hobby che vorrei coltivare anche se non so più bene come farlo.
Continuo a parlare di prodotti finiti anche se so che non è un argomento particolarmente eccitante però hey, per ora c'è questo. Detto ciò, parliamo della mia spazzatura.
È incredibile come io mi possa sentire invecchiata drasticamente e terribilmente nel giro di un anno. Sì, è nella mia testa e sì, non ho ancora trent'anni.
Però tra mia mamma che per il mio compleanno l'anno scorso mi ha fatto un discorso riassumibile in: "Gioia, non hai voglia di farti una famiglia?" e insomma mi sono sentita improvvisamente invecchiata.
Questo giro di parole per dirvi che quasi un anno fa ho acquistato un Dermaroller per poi dirmi "va beh, ma a che mi serve" e regalarlo alla mia amica Fra senza neanche provarlo.
Quando poi qualche mese fa Derma Roller System mi ha scritto per propormi di provarlo ho praticamente urlato sì, mandatemelo che qua cado a pezzi.

Review: Dermaroller Syster + DermaC+ Anti-Aging Serum

È incredibile come io mi possa sentire invecchiata drasticamente e terribilmente nel giro di un anno. Sì, è nella mia testa e sì, non ho ancora trent'anni.
Però tra mia mamma che per il mio compleanno l'anno scorso mi ha fatto un discorso riassumibile in: "Gioia, non hai voglia di farti una famiglia?" e insomma mi sono sentita improvvisamente invecchiata.
Questo giro di parole per dirvi che quasi un anno fa ho acquistato un Dermaroller per poi dirmi "va beh, ma a che mi serve" e regalarlo alla mia amica Fra senza neanche provarlo.
Quando poi qualche mese fa Derma Roller System mi ha scritto per propormi di provarlo ho praticamente urlato sì, mandatemelo che qua cado a pezzi.


Indovinate? Prodotti finiti.
Continua la mia missione di smaltimento, concentrata sempre di più suo prodotti per la cura del corpo e del viso e purtroppo meno su quelli di make-up.
Posso però orgogliosamente dirvi che ho bucato più di un bronzer e non compro praticamente più niente quindi tutto okay.

Empties! - 50 -



Indovinate? Prodotti finiti.
Continua la mia missione di smaltimento, concentrata sempre di più suo prodotti per la cura del corpo e del viso e purtroppo meno su quelli di make-up.
Posso però orgogliosamente dirvi che ho bucato più di un bronzer e non compro praticamente più niente quindi tutto okay.

Questo blog è partito come l'insieme dei pensieri sui miei rossetti preferiti ed è diventato molto di più. Grazie a questo spazio ho conosciuto alcune delle persone più importanti della mia vita, ho collaborato con aziende che mi piacciono tanto, ho imparato a parlare di me stessa che per me è circa la cosa più difficile del mondo.
Ho scritto tanto del mio rapporto non troppo sano con il cibo, dell'attività fisica, di come questa fosse diventata un'ossessione e di come mi stessi facendo del male.
È qualche giorno che voglio aggiornarvi sul mio rapporto con il mio corpo non perché io lo ritenga un argomento particolarmente interessante ma perché:
*costringermi a sedermi e a scriverne significa che sono costretta ad ascoltare quello che davvero provo.
*quando parlo di corpo, cibo, culo pesante, so che è molto più utile di quando parlo di fondotinta. Ricevo sempre dei messaggi che mi commuovono per la fiducia che riponete in me e perché se posso essere utile anche solo un pochino ne sono felice.

Corsa, kettle e paranoia.


Questo blog è partito come l'insieme dei pensieri sui miei rossetti preferiti ed è diventato molto di più. Grazie a questo spazio ho conosciuto alcune delle persone più importanti della mia vita, ho collaborato con aziende che mi piacciono tanto, ho imparato a parlare di me stessa che per me è circa la cosa più difficile del mondo.
Ho scritto tanto del mio rapporto non troppo sano con il cibo, dell'attività fisica, di come questa fosse diventata un'ossessione e di come mi stessi facendo del male.
È qualche giorno che voglio aggiornarvi sul mio rapporto con il mio corpo non perché io lo ritenga un argomento particolarmente interessante ma perché:
*costringermi a sedermi e a scriverne significa che sono costretta ad ascoltare quello che davvero provo.
*quando parlo di corpo, cibo, culo pesante, so che è molto più utile di quando parlo di fondotinta. Ricevo sempre dei messaggi che mi commuovono per la fiducia che riponete in me e perché se posso essere utile anche solo un pochino ne sono felice.


Di nuovo prodotti finiti, tanto per cambiare.
Ho quasi finito le scorte di un sacco di tipologie e ne sono molto fiera. Per la prima volta da non so quanto sono quasi arrivata al punto di dover comprare una nuova crema idratante ed è veramente una necessità e non ne ho altre sei aperte.
Uguale per i prodotti corpo e capelli, devo prendere uno shampoo perché davvero non ne ho più.
Per il makeup il discorso è ovviamente più complicato.
Avevo smaltito qualche fondotinta ma tra prodotti inviati -dobbiamo parlare di quella bomba del nuovo fondo di Nabla- e qualche piccolo nuovo acquisti ne ho di nuovo troppi.
Ho un approccio più rilassato ora però. Ho passato qualche mese a continuare a pensare che non avrei mai finito tutto e sarebbe scaduta ogni cosa e avrei dovuto buttare tutto e altri pensieri angoscianti.
Sto usando quel che riesco ad usare, senza voglia di riempirmi casa di cose nuove e regalando quello che ho ogni volta che un'amica mi dice che le serve qualcosa.

Empties! - 49 -



Di nuovo prodotti finiti, tanto per cambiare.
Ho quasi finito le scorte di un sacco di tipologie e ne sono molto fiera. Per la prima volta da non so quanto sono quasi arrivata al punto di dover comprare una nuova crema idratante ed è veramente una necessità e non ne ho altre sei aperte.
Uguale per i prodotti corpo e capelli, devo prendere uno shampoo perché davvero non ne ho più.
Per il makeup il discorso è ovviamente più complicato.
Avevo smaltito qualche fondotinta ma tra prodotti inviati -dobbiamo parlare di quella bomba del nuovo fondo di Nabla- e qualche piccolo nuovo acquisti ne ho di nuovo troppi.
Ho un approccio più rilassato ora però. Ho passato qualche mese a continuare a pensare che non avrei mai finito tutto e sarebbe scaduta ogni cosa e avrei dovuto buttare tutto e altri pensieri angoscianti.
Sto usando quel che riesco ad usare, senza voglia di riempirmi casa di cose nuove e regalando quello che ho ogni volta che un'amica mi dice che le serve qualcosa.

Ho perso il conto delle persone che nell'ultimo periodo mi hanno detto che insomma, si vede proprio che sono parecchio stanca.
Amici e non: lo so. Lo so che non ho la faccia più riposata del mondo e che anche il correttore non basta, fidatevi che allo specchio mi vedo anche io.
Io ho sempre avuto delle occhiaie abbastanza evidenti ma non sono tanto quello il problema quanto la zona che quando sono stanca è segnata, gonfia, uno schifo.
Quando mi è stato proposto di provare l'Intensive Eye Lift di Skin Labo -lo trovate sul sito, qui- ho accettato volentieri nella speranza di migliorare un pochino la situazione.

Review: SkinLabo Intensive Eye Lift


Ho perso il conto delle persone che nell'ultimo periodo mi hanno detto che insomma, si vede proprio che sono parecchio stanca.
Amici e non: lo so. Lo so che non ho la faccia più riposata del mondo e che anche il correttore non basta, fidatevi che allo specchio mi vedo anche io.
Io ho sempre avuto delle occhiaie abbastanza evidenti ma non sono tanto quello il problema quanto la zona che quando sono stanca è segnata, gonfia, uno schifo.
Quando mi è stato proposto di provare l'Intensive Eye Lift di Skin Labo -lo trovate sul sito, qui- ho accettato volentieri nella speranza di migliorare un pochino la situazione.

Ormai la mia vita è abbastanza abitudinaria e con abbastanza intendo molto.
Non vado in molti posti e praticamente lavoro basta. Eccitante, vero? Lo so.
L'unico posto dove vado ogni tanto e per cui ho bisogno di portare dei trucchi con me è casa dei miei a Bergamo per quando ho qualche appuntamento eccitante tipo il dentista.
Perché sì, ho anche rimesso l'apparecchio (fortunatamente Invisalign, non escludo di farci un post un certo punto).
Preparando quel che mi serviva per prepararmi il giorno dopo mi sono resa conto di come io sia cambiata negli anni.
Normalmente avrei portato una quantità di trucchi spaventosa per anche solo una notte. 
Ho pensato quindi di farci un post, parlare un po' di come le mie esigenze siano cambiate e delle mie impressioni su qualche prodotto che uso da un po'.

One Day Trip Makeup Bag


Ormai la mia vita è abbastanza abitudinaria e con abbastanza intendo molto.
Non vado in molti posti e praticamente lavoro basta. Eccitante, vero? Lo so.
L'unico posto dove vado ogni tanto e per cui ho bisogno di portare dei trucchi con me è casa dei miei a Bergamo per quando ho qualche appuntamento eccitante tipo il dentista.
Perché sì, ho anche rimesso l'apparecchio (fortunatamente Invisalign, non escludo di farci un post un certo punto).
Preparando quel che mi serviva per prepararmi il giorno dopo mi sono resa conto di come io sia cambiata negli anni.
Normalmente avrei portato una quantità di trucchi spaventosa per anche solo una notte. 
Ho pensato quindi di farci un post, parlare un po' di come le mie esigenze siano cambiate e delle mie impressioni su qualche prodotto che uso da un po'.

Non è la prima volta che ricevo dei prodotti di Biomed da provare e mi ci sono sempre trovata bene, i tre di cui vi parlo oggi non fanno eccezione.
In generale è un brand con un concetto che mi piace: ingredienti il più possibile puliti ma efficacia farmaceutica.
Mi rendo conto che con il passare del tempo ho sempre più voglia di concentrarmi sulla cura della mia pelle e cerco prodotti efficaci sul breve ma soprattutto sul lungo termine.
Qui trovate il sito per vedere tutta l'offerta e dove potete eventualmente fare acquisti con il codice sconto del 30%: BLOGMAKEUP.

Review: Biomed Peel Me Up+Biomed Biotox+Biomed Ingrow Gone


Non è la prima volta che ricevo dei prodotti di Biomed da provare e mi ci sono sempre trovata bene, i tre di cui vi parlo oggi non fanno eccezione.
In generale è un brand con un concetto che mi piace: ingredienti il più possibile puliti ma efficacia farmaceutica.
Mi rendo conto che con il passare del tempo ho sempre più voglia di concentrarmi sulla cura della mia pelle e cerco prodotti efficaci sul breve ma soprattutto sul lungo termine.
Qui trovate il sito per vedere tutta l'offerta e dove potete eventualmente fare acquisti con il codice sconto del 30%: BLOGMAKEUP.

Ho visto il video sui dieci prodotti utilizzati tutti i giorni su YouTube e ho pensato di fare questo tag in versione scritta, pensavo potesse essere interessante.
Non faccio più i post sui preferiti del mese perché non comprando più praticamente nulla rischierebbero di essere praticamente uguali ogni volta.
Ho inserito qualcosa di skincare e qualcosa di make-up, tutti elementi che fanno parte della mia routine da un buon periodo di tempo.

10 products I use everyday


Ho visto il video sui dieci prodotti utilizzati tutti i giorni su YouTube e ho pensato di fare questo tag in versione scritta, pensavo potesse essere interessante.
Non faccio più i post sui preferiti del mese perché non comprando più praticamente nulla rischierebbero di essere praticamente uguali ogni volta.
Ho inserito qualcosa di skincare e qualcosa di make-up, tutti elementi che fanno parte della mia routine da un buon periodo di tempo.