Potrei parlare per ore e ore di tatuaggi e se mi seguite da un po' lo sapete già.
Nel post di oggi vorrei farvi vedere un po' i miei sogni, proibiti o meno. Su twitter ho anche chiesto di consigliarmi qualche tatuatore: scoprirne di nuovi mi piace sempre moltissimo.
Oggi vi racconto i tatuaggi che vorrei fare, quelli che non avrò mai il coraggio di fare e quelli che invece sicuramente mi farò scarabocchiare addosso a breve.





Il 14 novembre 2016 io e mio fratello abbiamo firmato dal notaio per la costituzione della nostra società. Era anche un giorno particolarmente impegnativo, di un periodo difficile e così via. Ho visto questa scritta e già penso di avervene parlato.  E resisti è proprio la parola che 
Per questo ho però l'enorme dubbio di dove farlo, consigli?
L'altro che ho in programma -possibilmente quest'estate a Cabo sì ho prenotato sì anche quest'anno sì non vedo l'ora- è una parola sotto alle coordinate: stardust. Però ecco, niente di particolarmente grande o esaltante.





Quello che non avrei mai il coraggio di fare ma che vorrei molto.
La testa di medusa, su una coscia. Apprezzo molto i disegni sulle gambe sulle altre donne ma per qualche motivo su di me non riesco ad immaginarmeli. Non lo escludo in modo assoluto, se trovassi un disegno di cui innamorarmi follemente e un tatuatore adatto all'impresa...non si sa mai, ecco.


Tati Compton è tra gli artisti consigliati e quanto è brava amici miei.
Le sue figure femminili sono stupende e c'è un misticismo che apprezzo poiché non eccessivo. E sarebbe un'ottima scusa per farmi qualche giorno a Londra, anche.
Non so ancora cosa mi farei fare da lei però davvero, prima o poi.



Da quando ho fatto il fiore di loto sento questo forte desiderio di rendere il mio braccio sinistro un vivaio.
Tritoan Ly compone degli autentici capolavori, sarei molto felice di averne qualcuno addosso.
Vorrei una ninfea disegnata da lui, prima o poi.




I disegni di Sedda mi fanno andare fuori di testa. Ho acquistato il suo libro, Black Novels For Lovers, e passerei ore a sfogliarlo.
Non so se mi vedo addosso una delle sue opere, lo stile così particolare fatico a concepirlo insieme a tatuaggi di qualsiasi altro tipo. Pensate che sogno, un corpo firmato solo da Sedda.



Con l'ultimo tatuaggio avrei voluto mettere delle mani che pregano. Il problema è che nel novantanove per cento dei casi il risultato finito  non mi convince proprio. Penso rimarranno un mio sogno proibito.



Del suo stile sono totalmente innamorata. Voglio andarci assolutamente al più presto e penso che mi affiderei abbastanza perché ci sono decine e decine di disegni che apprezzo e che vedo su di me.

Voi? Tatuaggi che sognate, che vorreste ma non avreste mai il coraggio di fare? Raccontatemi!