Privacy Policy 2017 - Pagina 2 di 10 - Suhrya

Review: Neve Cosmetics Creamy Comfort Foundation

Posted on
Ah, il fondotinta. Per quanto io ami da sempre questo elemento di make-up negli ultimi mesi ho avuto un rapporto leggermente contrastante.
Per esigenze lavorative sto truccata almeno dodici ore all giorno.
Non ho mai avuto grandi problemi di pelle, cose da coprire.
Però pensare di mettermi tutti i giorni un fondotinta siliconico ha iniziato a darmi noia. Ho acquistato il fondo di Purobio e mi è piaciuto però ecco non era il più semplice da applicare.
Quando è uscito il Creamy Confort grandissimo fermento, era probabilmente il prodotto più desiderato dalla fedele clientela di Neve Cosmetics.
Le prime recensioni parlavano però di una difficoltà di stesura e quindi non ero convintissima.
Un’amica poi me l’ha regalato nella colorazione Tan Warm -perfetta per me- e quindi eccoci qua.

October Non Beauty Favourites!

Posted on
Un altro post che non facevo da un po’ di tempo è quello sui miei preferiti non beauty.
Ho passato delle settimane abbastanza impegnative, sono stata un po’ giù.
Aver portato a Lugano il mio cagnolino però mi ha aiutata tanto. I miei amici che sanno come prendermi e che sanno che ho bisogno di starmene un attimo chiusa in me stessa a rimuginare per poi tornare quando sono pronta anche.
Un’altra cosa che mi ha decisamente dato una mano è la mia casa nuova.
Amo ogni singolo pezzo di casa mia, amo tenerla a posto e stare sul divano alla sera, mezza morta.

October Favourites!

Posted on
Da troppo tempo non vi parlo dei prodotti preferiti del periodo. Il fatto è che ho meno prodotti nuovi rispetto a prima, compro molto meno, e i miei preferiti sono diventati principalmente un mix di  riscoperte del mio stash che già conoscete. Fatemi sapere se potrebbe comunque interessarvi questa tipologia di post, senza novità.
So che ormai tra instagram stories di influencer che ricevono tutte le collezioni di tutti i brand del mondo e quindi un ombretto MAC che usano tutte dal 2009 può non essere così interessante.
Non è una critica, capisco bene come funziona e per questo ho stoppato un pochino i post sui preferiti.
Questo mese lo riprendo perché c’è qualche prodotto nuovo e quindi pensavo potesse essere un po’ più interessante. Iniziamo?

Beauty and Brains.

Posted on
Mi piacciono i rossetti, i profumi, i tacchi altissimi, le mini di pelle. 
Mi piace perdere tempo a fare il tapis roulant per vedermi bene allo specchio, mi piace farmi la maschera per i capelli, mi piace la sera mettermi l’acido in faccia.
Mi piacciono anche i libri sulla strategia militare, leggere più quotidiani possibile, organizzare eventi per decine e decine di persone, scrivere poesie.
Quando ho aperto il blog non l’ho detto praticamente a nessuno.
Parlare di rossetti mi sembrava infinitamente stupido e quasi me ne vergognavo. Ho studiato Scienze Politiche, dire che nel tempo libero recensivo fondotinta mi sembrava imbarazzante.

Empties! – 28 –

Posted on
Prodotti finiti! Questa volta niente makeup. Ho diversi prodotti in dirittura d’arrivo però, specialmente  tra quelli per la base.
In ogni caso sto smaltendo sempre più cose che ho a casa, tra prodotti per il corpo e per il viso. Devo solo superare la mia fissa di avere un tot di prodotti di scorta per alcune tipologie.
Sono convinta di aver finito anche altre cose ma sono andate perse con il trasloco, fail.

Things I love about Me.

Posted on
Il pattern con le foglie di monstera non c’entra nulla con il post di oggi ma sono una polla da trend e al momento ho queste foglie ovunque oltre alla pianta vera e propria, che mi è stata regalata e ho chiamato tempura. 
Allora, il tema del post.
Io ho difficoltà coi complimenti, da sempre. O li sminuisco, o faccio una battuta, o divento viola in faccia e inciampo. Che siano per l’aspetto fisico o perché ho fatto qualcosa bene, per me è difficile.
Allo stesso tempo non faccio per niente fatica a trovare cose di me che non vanno bene, che vorrei cambiare.
Dovrei fare ancora più allenamento per avere il six pack che mi sogno, vorrei essere meno distratta e smetterla di perdere le chiavi in casa, dovrei fare ancora più cose per il lavoro, vorrei essere cinque centimetri più alta, vorrei gli occhi che non sembrano quelli di un pesce palla senza trucco.
Cercare qualcosa di me che mi piaccia è infinitamente più difficile, invece. Però cazzo, come posso pensare di riuscire ad accettare le lodi degli altri se non faccio altro che buttarmi giù?
L’autostima, secondo me, non si costruisce guardandosi allo specchio e dicendosi che si è belli e bravi. Ma sforzarsi di trovare qualcosa di buono in noi stessi male sicuramente non fa.

New Home for Dummies pt.5: Keep it clean!

Posted on

Continuano i miei post sulla casa nuova.
 


Dal primo settembre sono in quella definitiva -che bella questa parola, vero?- e sono felice.
 


La sto costruendo pian piano come piace a me e mi innamoro ogni sera quando torno a casa.
 


Lavoro tante ore, avere la possibilità di passare quelle poche che ho libere in un posto che sento veramente mio e in cui sono serena non ha veramente prezzo.
 


C’è però una condizione imprescindibile perché io ci stia dentro veramente con gioia: che sia pulita.
 


Lips and Sparkle | Manuka Lugano.

Posted on
Da qualche tempo mi occupo della pagina facebook della gioielleria Manuka -un like è graditissimo!-, piccolo gioiellino qui a Lugano.
Questo vuol dire che passo tanto tempo a contatto con un sacco di cose luccicanti, una più bella dell’altra.
Vuol dire anche provare anelli, fotografarli, innamorarsi di collane stupende.

Review: Dr. Taffi Olio Camelia Chic

Posted on
Io gli olii li adoro. Per il viso, per il corpo e anche per i capelli. C’è qualcosa di incredibilmente luxurious nell’usarli, ne ho provati diversi e continuo ad apprezzarli.

 


Nel calendario dell’avvento di Vanity Space dell’anno scorso ho trovato l’olio Camelia Chic di Dottor Taffi.
 


Per diverso tempo è rimasto lì tra le mie scorte senza che io lo toccassi.
 


Un giorno l’ho aperto per sentire il profumo di cui tutti parlavano benissimo e me ne sono innamorata all’istante. Quindi ho deciso che sì, dovevo decisamente usarlo.
 


Postcards from London.

Posted on
Io a Londra ci sono andata una quantità di volte che non penso di saper quantificare.
Mio padre è inglese e la prima volta che ho preso l’aereo -a pochi mesi, con mia mamma che ha perso la valigia con il latte per me e con i parenti indiani che hanno subito iniziato a darmi cibo speziato- è stata proprio per andare a Londra.
Ho un amore enorme per questa città, pur riconoscendone i difetti.
Anni fa ho fatto delle guide, il post di oggi invece è più un travel diary dei cinque giorni trascorsi lì con Lisa, mia nipote.
Ci era già andata una volta, con me e mio padre due anni fa.
Ora di anni ne ha tredici, è innamorata di Harry Potter -mi prendo tutto il merito ovviamente- e vedere la città attraverso gli occhi di una persona che la conosce poco è bellissimo.
Non è stato facilissimo nella misura in cui mi sentivo molto la responsabilità della sua sicurezza. Non parlo solo degli attentati -che mi fanno una grande paura, ecco- ma anche di essere sicura che mangiasse quello che le piaceva e anche cose stupide.