Io leggo veramente di tutto, libri tutto tranne che seri compresi. Liane Moriarty è per me un'autrice perfetta per i libri da aereo, quando non riesco a dormire ma neanche a leggere cose troppo impegnative.
Big Little Lies mi era piaciuto tanto e quando ho saputo che la HBO ne avrebbe fatto una mini serie ne ero anche mediamente contenta.
Poi ho visto il cast fin troppo pieno di grandi nomi e boh, mi si è spento l'entusiasmo senza motivo -Suhrya e l'animo hipster che non si spegne mai-.
Qualche giorno fa ho deciso di dargli una chance e me ne sono innamorata, l'ho divorato e quindi oggi ve ne parlo.


Senza fare spoiler: Big Little Lies è una miniserie -autoconclusiva, cosa che se avete poco tempo per recuperare dodicimila stagioni è perfetto!- di donne inteso nel senso migliore possibile. Non che gli uomini non possano apprezzarla però ecco.
Le protagoniste sono cinque donne e mamme che vivono a Monterey, con l'ultima arrivata che ovviamente nasconde un segreto, l'ape regina, la stronza, la mamma hippy e tutti i bellissimi cliché di ogni storia.
Però.
Prende una piega dark e pericolosa molto in fretta, spezzata da qualche battuta più leggera. 
Non diventa ridicolo come può esserlo stato Desperate Housewives -che io amavo, ovviamente!-. Coinvolge, fa mancare un po' l'aria, ha dei bellissimi dialoghi, fa piangere se siete emotivamente instabili come me.
Sette episodi che davvero guarderete in pochissimo tempo, con il fiato sospeso per scoprire come andrà a finire.
Io sapevo i risvolti della trama -si discosta per solo una cosa abbastanza rilevante dal libro, per il resto è molto fedele- ma ciò non mi ha impedito di stare attaccata al MacBook con occhi pazzi.


Le donne si truccano e quelle di Big Little Lies non fanno eccezione. Ci sono diverse sequenze in cui si preparano e niente, ovviamente io adoro cercare di capire quali prodotti stiano usando.
Qui trovate un'intervista alla makeup artist della serie, c'è un possibile spoiler quindi in caso non apritela!


Ci sono diverse scene in cui le protagoniste, Jane specialmente, corrono.
I paesaggi sono fenomenali, vedere l'oceano mi strazia un po' il cuore ma è bellissimo. Da amante della corsa ho una strana passione perversa per vedere altra gente che corre e mi viene una voglia pazza di mettere scarpette e andare.



Dicevo, cast pieno di stelle famose. Io non ho una grandissima simpatia per Nicole Kidman, non so nemmeno perché. Però in Big Little Lies me ne sono perdutamente innamorata. Adesso mi sento in colpa per aver avuto pregiudizi, scusa Nicole please forgive me.
E poi nulla volevo mettere una foto di Zoe Kravitz perché è bellissima e vorrei essere lei ti amo Zoe.


La musica, oh la musica di questa serie.
Ho letto commenti stupiti su come i bambini di questa serie abbiamo gusti musicali fantastici -in quante volete chiamare vostro figlio Ziggy? Io vorrei- ma io mi sono stupita poco.
Ho gusti decisamente peggiori ora a briglia sciolta: quando ero piccola ascoltavo quello che mi faceva sentire mio padre ed ero una bambina che ascoltava solo cose belle.
In ogni caso, la colonna sonora di Big Little Lies è bellissima.
Ogni ritmo segna le scene in modo perfetto, incalza e accompagna. Non è mai di sottofondo ma è sempre un altro personaggio in ogni episodio.
Qui trovate un ottimo elenco delle tracks, io non escludo di iniziare a metterla come playlist per il pomeriggio al ristorante.



Sto diventando come mia madre che quando guarda serie tv e film guarda le case. Dovrei farvi un altro post sull'arredamento, sono sempre più innamorata della mia casina e di tutto quello che ci metto dentro.
Comunque, le case in questi sette episodi sono una più bella dell'altra e vorrei vivere una settimana in tutte.
In che serie posso immergermi ora?
Ditemi!