Le cose non vanno sempre bene.
Vorremmo tanto che fosse così, ci sforziamo e facciamo di tutto. Però non sempre è colpa nostra e anche se lo è -e sicuramente un po' lo è, io non sono sicuramente perfetta e non penso neanche voi- è inutile passare il resto della nostra vita a maledirci.
Ognuno ha il suo meccanismo di difesa, valido o meno che sia.
Oggi vi parlo dei miei.


1. Cry.
Io piango. Piango non di quelle lacrime delicate, da femmina. Non le lacrime che vi fanno gli occhi belli e vi fanno sembrare delle delicate principesse da salvare.
Io singhiozzo, mi cola il naso e faccio schifo.
Dopo sto un pochino meglio, almeno un pochino è comunque meglio di niente.
2. Drink.
Questo è pericoloso, bere non è sicuramente una cosa sana se non in modo controllato. Però io ammetto senza -troppa- vergogna che bere un vino rosso francese meraviglioso che probabilmente costa più dei miei mobili di casa mi annebbia un pochino, mi fa dimenticare un pochino e mi fa dormire più di due ore a notte.
3. Talk.
Con questo metodo faccio una fatica allucinante. Io non amo parlare dei miei problemi, il vizio di tenermi le cose per me non me lo tolgo a breve temo.
Però parlare dei problemi a volte un pochino aiuta. Dire a voi che con l'uomo che pensavo mi avrebbe tenuto per mano per il resto della mia vita è finita non mi fa stare meglio, mi fa venire il magone. Però forse mi aiuterà ad accettarlo, magari.
4. Run.
Questo è il mio metodo preferito. Qualche tempo fa questo punto sarebbe stato sostituito da *eat*.
Ora invece corro, corro sul tapis roulant la mattina, corro in giro per la città per ogni commissione da fare per il lavoro. Corro, mi stanco e cerco di tornare a casa esausta.
5. Breathe.
A volte mi si spezza il respiro. Magari passo qualche giorno tranquilla e poi ecco, sto male. Cerco delle piccole di pace in cui non sono costretta ad interagire con nessuno e dove posso respirare. Un punto del parco Ciani, il mio terrazzo alle due di notte.
Questo non è un post triste. Non voglio che mi diciate che vi dispiace. Voglio che mi diciate come fate ad affrontare le cose brutte, gravi o meno. Voglio che proviate a respirare quando le cose vanno male.
Sono un po' troppe cose che voglio e vi chiedo e l'esperienza mi insegna che non si può sempre avere quello che si vuole però continuo a credere che se ci si prova davvero si può ottenere  ogni cosa.