Voi lo sapete qual è il mio colore preferito?
Se mi seguite su instagram probabilmente penserete che sia il nero e in effetti mi piace tanto. Però da sempre adoro il lilla. Lo so, è un colore troppo dolce e femminile per me.
Eppure!
Avevo anche la camera di questo colore quand'ero piccola, pensate che pallina di zucchero filato.
Tutta questa premessa piuttosto inutile per dirvi che quando ho visto i Pro Longwear Waterproof Colour Stick di MAC non ho preso uno dei miei soliti e noiosi neutri ma qualcosa di leggermente più originale, Lilacked.



A me gli ombretti in stick piacciono parecchio. Li trovo più comodi di quelli in crema, non devo sporcarmi le dita -è una cosa che mi fa diventare pazza- e quasi sempre sono a lunghissima durata: pro decisivo per le mie esigenze.
Questi di MAC, da quel che ho capito, dovrebbero essere i paint pot però sotto forma di stick e non in barattolo.
Io con i paint pot riformulati mi trovo molto bene e quindi ero molto curiosa di provare questi.
Lilacked è un lilla quasi beige con dei riflessi dorati molto leggeri.
Su di me mi piace tantissimo, è un colore diverso da quelli che porto di solito ma non è neanche eccessivamente fuori dalla mia comfort zone.
Trovo che mi stia bene anche da solo e con un po' di matita nera.
Dà il meglio di sè come base per gli ombretti sul taupe, i vari satin taupe di MAC e tutta la compagnia.
Tira fuori una vena un po' più particolare anche nei trucchi più noiosi, lo amo tanto per questo.
Non è iperpigmentato, posso stratificarlo per raggiungere l'intensità desiderata.
Tra l'altro, posso dire una cosa forse poco popolare? 
Io non penso che tutti i prodotti di makeup debbano essere necessariamente molto pigmentati per essere validi.
Mi sembra più utile un ombretto del genere che posso usare per il layering e che è anche più facile da gestire.
Questo non vuol dire che non scriva però, attenzione.
Mi rendo conto che gli swatch in cui gli ombretti sembrano strisciate di colore a tempera siano molto più sexy di quelli più realistici però hey: non è detto che qualcosa di meno pigmentato funzioni peggio.
Chiusa la polemica inutile, andiamo avanti.
Una volta steso il prodotto si sfuma piuttosto facilmente sia con le dita che con il pennello. Non si asciuga alla velocità della luce ma nemmeno ci mette i secoli: una giusta via di mezzo.
Una volta che si è fissato però dura praticamente per sempre, fungendo anche da primer quando ci metto sopra qualche ombretto in polvere.
Insomma, promosso!
Voi che rapporto avete con gli ombretti in stick? Qualche preferito? Il mio cuore batte forte per quelli di Laura Mercier e li vorrei tutti.