Non è la prima volta che vado a vivere fuori da casa dei miei genitori. Questa però è quella più bella/quella che fa più paura.
Si unisce a un insieme di cambiamenti grandi, più grandi di me.
Non mi sto lamentando, assolutamente no. Sono felice ed emozionata e terrorizzata.
Grandi riflessioni psicologiche a parte, parliamo di cose divertenti tipo l'arredamento di casa.

La maggior parte delle case in affitto a Lugano non è ammobiliata.
Questa cosa può essere uno svantaggio -chi ha dormito per un mese su un materasso gonfiabile perché non aveva tempo di andare da Ikea?- ma anche un vantaggio: niente mobili che proprio vi fanno schifo con cui convivere, la possibilità di scegliere quello che davvero vi piace.
Nel post di oggi vi chiacchiero un po' di quello che ho preso, voglio prendere, di cosa sogno per la casa.



Io amo e adoro Ikea, ho avuto più di  una camera in casa arredata totalmente grazie ai prezzi super bassi della magica catena svedese. 
Anche il letto -quando finalmente l'ho preso, per il bene della mia schiena- arriva da lì.
Però ecco, mi piacerebbe tanto prendere dei mobili non identici a quelli che vedo praticamente in ogni casa.
Sembro snob? Può darsi.
Quello che voglio fare è prendere un pezzo alla volta, spendendo anche qualcosa di più ma prendendo cose che mi soddisfano al cento per cento.
Un'alternativa decisamente interessante è Dalani. Un sito di perdizione che scatena le mie fantasie peggiori da casalinga disperata.
Offerte continue, campagne con marchi super interessanti.
Al momento c'è quella della Home Collection di Boltze e io voglio TUTTO.
Se andate a guardare noterete che spesso con gli sconti applicati le cose non costano poi così tanto in più rispetto ad Ikea. E ecco, secondo me in tanti casi ne vale la pena.
Mi rendo conto che questa scelta di arredare *a pezzi* non sia fattibile da tutti.
Io non ho bambini, sono quasi tutto il giorno fuori casa.
Per i vestiti mi arrangio con una rella e un mobiletto rubato al ristorante -sssh-, così facendo ho anche ulteriormente ridotto il mio armadio.
Se ne avete la possibilità penso che non prendere tutto insieme sia la scelta migliore, potete spendere qualcosa in più per ogni pezzo d'arredamento -senza necessariamente svenarvi- e essere soddisfatti al cento per cento di quello che acquistate.


Io sono un disastro nel DIY, a malapena so montare il tavolino Ikea da dieci euro che penso sia a prova di scemo.
Però ho un materasso singolo in casa che mi è servito come letto degli ospiti. 
Ho trovato un tutorial su come convertirlo in divano e nulla, forse dovrei farlo.
In generale su pinterest è pieno di idee strafighe anche per i piccoli spazi e vorrei provare a realizzarne almeno qualcuna.




Amazon è un posto magico e ci vendono anche i mobili, AH!
Ci ho comprato il mio comodino/tavolino per poco più di trenta euro. È magicamente dello stesso identico colore del letto, botta di culo non indifferente.
Mi piace che non abbia il cassetto, io finivo sempre per infilarci qualsiasi cosa.

Avere la propria casa è bello, tanto. Ogni piccola cosa che ci metto è pensata e non vedo l'ora di completarla e di averla esattamente com'è nella mia testa.