È difficile avere un bel rapporto con il cibo. Perlomeno, io faccio fatica.
Non solo io però, se devo essere onesta vedo che praticamente tutte le persone che conosco hanno un rapporto non esattamente equilibratissimo con l'alimentazione.
Dopo aver cambiato alimentazione ed aver iniziato ad allenarmi ho, lentamente iniziato a farci pace.
Oggi vi parlo di due applicazioni per contare le calorie, che un po' mi sono state utili e un po' mi hanno fatta diventare pazza.


Allora, due info generiche e brevi valide per entrambe le applicazioni.
Sono entrambe gratuite, scaricabili su uno smartphone. Hanno una versione a pagamento con qualche opzione aggiuntiva ma secondo me la versione free è più che sufficiente.
Entrambe danno la possibilità di inserire gli alimenti mangiati, dividendo la giornata in pasti, e dando le calorie.
Spesso ci sono già alimenti molto specifici -determinate marche- ma anche se non ci sono c'è la possibilità di scannerizzare il codice a barre della confezione.
Si possono visualizzare anche i nutrienti presenti in ogni alimento e avere un'idea più generale di cosa si è mangiato e di cosa si dovrebbe mangiare ancora sia in termini di calorie che di macro.
MyFitnessPal consente gratuitamente il collegamento con Fitbit, aggiornando il movimento fatto e regolando il fabbisogno calorico.
Lifesum dà la possibilità di farlo ma a pagamento.
Ho usato MyFitnessPal per quasi un anno e mezzo, ogni giorno.
Allora, prima i pro.
Avendo mangiato male per quasi tutta la mia vita -benissimo  in termine di gusto ma poco equilibrato, tanti carboidrati e poco del resto- mi ha aiutata tantissimo a capire che quantità dovevo mangiare dei vari alimenti per avere un'alimentazione il più corretta possibile.
Ho anche imparato come tanti alimenti venduti come sani dietetici bio whatever fossero poco più di un accumulo di zuccheri.
I contro.
Mi sono un po' troppo fissata ad inserire ogni cosa -tipo le TicTac- e ho alimentato i miei sensi di colpa quando mangiavo più carboidrati del dovuto o non riuscivo a raggiungere la quota di proteine previste.
Ho avuto un periodo di stop quando ho smesso di allenarmi e mangiavo peggio, vedevo che non stavo andando bene ed ero parecchio nervosa.
Dopo la pausa sono passata a Lifesum, ne avevo sentito parlare molto bene.
Allora: è molto più carino e colorato. Lo so, motivazioni importanti. 
Ci sono frasi carine, test per valutare lo stile di vita e cose così.
Mi è piaciuto ma mi sono resa conto di essere di nuovo sul punto di ossessionarmi quindi pausa.
Ora sono ripassata a MyFitnessPal, banalmente perché mi è più familiare.
So bene di doverlo usare con criterio, il calcolo delle calorie non deve diventare una malattia e devo solo stare attenta ad ascoltare il mio corpo più di qualsiasi altra applicazione.
Penso che queste applicazioni possano essere utili? Sì, onestamente.
Non sostituiscono un nutrizionista -da cui io sono stata seguita!- ma possono insegnarvi qualcosina sul cibo se come me lo conoscete poco.
Credo anche però che possano essere pericolose se non si ha un rapporto bello con il cibo, cosa che come vi dicevo secondo me è abbastanza frequente.
Voi avete mai utilizzato questo tipo di applicazioni? Ditemi!