Io ammiro con tutta me stessa chi riesce a tenere in piedi relazioni a distanza per anni.
Io e Riccardo se a breve non ci avviciniamo finisce che ci rivediamo solo per farci fuori.
Penso che molto dipenda anche dal carattere, noi due non abbiamo caratteri facilissimi e per discutere è molto più semplice urlarsi in faccia dieci minuti piuttosto che stare due ore a litigare al telefono.
Oggi vi do i miei consigli molto poco romantici ma decisamente molto pratici su come far funzionare una relazione a distanza.



DON'T OVERTHINK IT

Voi siete persone gelose? Io non lo sono mai stata, con Riccardo un pochino sì e lui decisamente troppo -non ti arrabbiare amore ciao amore- con me.
La distanza non vi aiuterà di certo se siete persone gelose, rischierete di vedere mostri che non ci sono.
In generale, cercate di non sovra-analizzare qualsiasi atteggiamento. 
Comunicando solo al telefono è facile fraintendere quello che vuol dire l'altra persona.
Se vi dice che è stanco o stanca magari è davvero così e non è che vi odia, giuro.
Io sotto questo aspetto sono abbastanza tranquilla, tendo a non fare troppe domande e a fermarmi a quello che mi viene detto senza farmi problemi.
Dall'altra parte mi capita che Riccardo legga di più di quello che scrivo e poi niente, si litiga per cose veramente stupide. 

STOP AND BREATHE

State litigando, va bene.
Succede, succede anche quando si è insieme. 
Quando si è insieme però si discute faccia a faccia e si fa pace anche più in fretta. Se iniziate a litigare al telefono fermatevi prima di degenerare. 
Mettete giù il telefono, anticipate che avete bisogno di un piccolo spazio di tregua.
Io sono assolutamente colpevole di farmi prendere dal nervoso e dal non riuscire a stare zitta.
Quindi ecco, fermatevi a respirare.

SHARE

Mi manca da morire condividere le mie giornate con Riccardo o anche solo una parte di esse. Non poter parlare subito delle cose belle o stupide o quello che è con la persona che si ama è un po' triste.
Facciamo entrambi dei lavori piuttosto impegnativi anche a livello di orari quindi trovare un momento in cui possiamo fermarci e parlare non è facile.
Però impegnatevi e trovate il modo per parlare quanto più possibile, per sentirvi vicini nonostante la distanza.
Io quando torno a casa la sera dal lavoro e lo sento al telefono sono felice, non è bello quanto tenersi per mano chiaramente ma meglio di niente.
Che sia guardare la stessa serie tv e scambiarsi opinioni, gestire lo stesso account instagram o programmare una video chiamata alla settimana: trovate un modo per sentirvi un po' più vicini. 

PLAN

Noi abbiamo bisogno di sapere quando ci vedremo la prossima volta. Per me avere il conto alla rovescia tra i widget del telefono è una piccolezza che mi fa star bene.
Non sapere tra quanto si riavrà la possibilità di rivedersi e stare insieme fa schifo, si soffre il doppio.
Io comunque sono così serena perché finalmente domenica scendo a Roma. Se avete suggerimenti su cose da fare/vedere sono sempre ben accetti, tanto più che nel pomeriggio ho qualche ora quasi da sola mentre Riccardo finisce di lavorare.

Che poi, la cosa più importante di tutte è che ci sia amore e non necessità.
Non mi piacciono le persone che hanno bisogno di una relazione per completarsi.
Io sono completa da sola, l'amore che provo per lui è una stupenda cosa in più.
Non ho bisogno di Riccardo per stare bene, sono capace di camminare con le mie gambe. Stare con lui però mi dà qualcosa che non mi ha mai dato nessun altro e io a questo non voglio e non posso rinunciare.
Non importa quanti chilometri ci separino, ne vale la pena.
La formula giusta in definitiva la trovate voi: dopo una due tre quattro litigate, dopo aver fatto pace cinque volte.