Continuo a scrivere i titoli dei post in inglese anche se ormai scrivo in italiano, forse dovrei smettere.
Da quando ho ripreso a scrivere ho iniziato a parlare anche di altro oltre al beauty e quindi eccoci, oggi parliamo anche dei miei preferiti non cosmetici.
Non mi scuserò per la digressione dal tema principale del blog, mi sono accorta che vi piacciono anche più dei post strettamente di makeup.
A proposito, se avete qualche consiglio/suggerimento su post diversi sono pronta a tutto.


Io amo tè e tisane tutto l'anno, ne bevo diverse tazze ogni giorno.
Una delle mie preferite di settembre è di Pukka, la Detox. Mi piace molto da bere la sera, il cardamomo mi piace da impazzire.



Io le adilette le metto da prima che le maledette fashion blogger le facessero diventare di troppa troppa moda.
Ho avuto più di un paio di slide on ma al momento queste di Adidas sono semplicemente meravigliose e mi hanno conquistata.
Non le farei mai diventare un fashion statement ma sono la cosa più comoda di sempre e non voglio mai più mettere altro quando sto in casa.
Io starei sempre a piedi scalzi a dire la verità ma questo è un altro discorso.


Inizio ad essere annoiata a morte da YouTube, i video mi sembrano tutti uguali.
Ci sono diverse youtuber italiane che seguo con costanza e che mi piacciono tanto ma una volta visti i loro ultimi video caricati non so bene cosa guardare.
Ho scoperto Cassie diversi mesi fa e da quel momento quando devo fare lavatrici pulire o altre cose felici sono contenta se ho un suo video da mettere come sottofondo.



Il mio ragazzo per il compleanno mi ha fatto dei bellissimi regali ma possiamo  parlare in particolare di questa sciarpa superfiga con la santa muerte?
La cosa migliore è che sembra una sciarpa innocua e poi boom teschio.
Che luccica però, un po' come me.



Io impazzisco per il melograno, ne mangerei chili.
A questo proposito, ho visto su snapchat che Kylie Jenner ne ha ricevuto un frigorifero pieno.
Aziende di melograno, mandatemene un paio di barattoli.
Comunque, il succo Zuegg è un'alternativa non male.


Libri.
Non penso che riprenderò a breve la rubrica sull'argomento ma vorrei parlarvi di quelli che nel mese mi hanno colpito di più.
L'unico talento naturale che ho nella vita è quello di leggere molto molto velocemente quindi ne accumulo ogni settimana diversi.
Parto da due libri non-fiction.
#GIRLBOSS mi ha ispirata moltissimo. Sono in un periodo di grossi cambiamenti a livello lavorativo e la storia di Sophia Amoruso e del suo brand Nasty Gal mi hanno dato un sacco di voglia di fare.
Non è un manuale per fondare l'azienda perfetta ma una storia di successo bellissima.
Man Repeller di Leandra Medine è stato uno dei primi blog di moda -se si può definire tale- che ho seguito.
Il libro è divertente esattamente come il blog, l'ho apprezzato tanto.



Da un anno e mezzo mi è stata diagnosticata un'intolleranza al lattosio.
E no, non è una cosa per fare la figa.
Sto male se bevo il latte e se mangio derivati.
Da quando ho smesso di assumerne sto molto meglio, non ho più quei mal di testa terribili e altre cose spiacevoli.
Le bevande alternative al latte sono un po' hit and miss, alcune le amo altre mi fanno schifo.
Il latte di mandorla Granarolo mi piace molto, è uno dei miei preferiti ora.


Anni di liceo classico e anni di studio pazzo delle tragedie greche.
Ogni domenica del mio secondo anno di liceo classico l'ho passata a fare schede di analisi di una tragedia diversa.
Sarò onesta, ero arrivata ad odiarle tutte e volevo gettare tutto fuori dalla finestra.
Però ho riletto l'Edipo Re - solo quello, il resto di Sofocle lo collego a delle domeniche in hangover- e wow.
Vorrei davvero trovare il tempo di rileggere tutti i classici.


Quanto è bello questo zaino super tamarro che mi ha regalato la mitica Patrizia?
Mi piace veramente tanto e lo sto usando ogni giorno, vado al lavoro a piedi ultimamente -come se non facessi abbastanza cardio, tra l'altro- ed è comodo per metterci MacBook e tutto il resto.
Tra l'altro il mo amatissimo MacBook mi sta ormai mollando dopo diversi anni di fedele servizio.
Tim Cook, me ne mandi uno? Anche non oro, grazie.


The History of Love di Nicole Krauss.
La seconda guerra mondiale, il punto di vista di due persone diverse, momenti tristi e divertenti.
Io sono innamorata di questo libro e da quando so che la Krauss è sposata con Jonathan Safran Foer - un autore che apprezzo moltissimo e di cui vi consiglio ogni libro- non oso immaginare i discorsi stupendi che possono fare a cena.




Del mio amore per Enigma già vi ho detto, quest'estratto dell'album di prossima uscita mi fa impazzire.
I testi, la musica, il video.
Adoro.


Una delle cose che più ho amato a settembre è stata una manciata di ore di un pomeriggio di fine settembre a piazza del popolo.
Le bolle di sapone, tra le altre cose.

E questo è tutto!
Abbiamo qualche preferito in comune?